Ravenna, consorzio. Il sindaco: "Non guarderemo in faccia a nessuno"

Ravenna, consorzio. Il sindaco: "Non guarderemo in faccia a nessuno"

Ravenna, consorzio. Il sindaco: "Non guarderemo in faccia a nessuno"

"La Commissione d'indagine, che evidentemente ha acquisito elementi di conoscenza che delineano ipotesi di reato, fa più che bene a presentare una ulteriore denuncia alla Procura.". E' il pensiero di Fabrizio Matteucci, sindaco di Ravenna, a proposito delle due denunce presentate dalla Commissione d'inchiesta sul buco di bilancio nel Consorzio per i servizi sociali.

 

"Per parte mia confermo quel che ho detto durante la riunione del Consiglio Comunale del 29 luglio - aggiunge il sindaco -. Dopo l'esposto che ho presentato in maggio insieme a Carradori, Zoffoli e Retini, sto predisponendo una denuncia per l'ipotesi di reato di falso in bilancio. Fin dall'aprile scorso non abbiamo mai cercato di spazzare la polvere sotto il tappeto. Anzi, la Giunta ha agito fin da subito con energia per la totale trasparenza".

 

"La maggioranza immediatamente ha voluto la Commissione d'indagine. E immediatamente ci siamo rivolti alla Magistratura contabile e penale - ricorda il sindaco -. Come abbiamo detto fin dall'inizio, siamo di fronte ad una vicenda eccezionalmente grave. E' uno strappo alla prassi di buon governo dei soldi dei cittadini che il Comune assicura ogni giorno. Uno strappo che rimarrà un'eccezione. Uno strappo di cui risponderà chi ne porta la responsabilità. Senza sconti e senza guardare in faccia a nessuno".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -