Ravenna, contrabbando al porto: sequestrate 50 stecche di sigarette

Ravenna, contrabbando al porto: sequestrate 50 stecche di sigarette

Ravenna, contrabbando al porto: sequestrate 50 stecche di sigarette

RAVENNA - La Prima Compagnia della Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Dogane di Ravenna nell'area portuale, hanno sequestrato cinquanta stecche di sigarette di contrabbando. I Finanzieri, nel corso di una specifica attività di indagine anticontrabbando, hanno intercettato un marittimo appena sbarcato da una motonave attraccata nel porto. La forma squadrata dello zainetto non poteva di certo passare inosservata all'occhio vigile dei militari che, dopo un accurato controllo, rinvenivano 22 stecche di sigarette. 

 

Insospettiti dall'anomalo carico, gli operanti, ben nascosti, hanno atteso che altri marittimi scendessero dalle navi. L'attesa non è stata vana e la loro intuizione si è presto trasformata in altri tre fermi di marittimi, anche questi con gli zainetti colmi di tabacchi,  per ulteriori 28 stecche.

 

La figura dei cosidetti "spalloni", che sembrava ormai appartenere al passato, quando i finanzieri inseguivano i contrabbandieri sulle montagne ai valichi di confine,  si è rivelata invece del tutto attuale, con l'unica differenza che, al posto delle "bricolle", oggi vengono utilizzati gli zainetti.

 

Le cinquanta stecche di sigarette rinvenute, pronte per essere immesse nel circuito illegale della vendita al minuto, per un valore commerciale pari a circa 2.500 euro, sono state immediatamente  sottoposte a sequestro e per i quattro marittimi è scattata la denuncia a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria, oltre all'obbligo del pagamento di una multa di oltre 50.000 euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -