Ravenna: contratti di quartiere, ultimo atto

Ravenna: contratti di quartiere, ultimo atto

RAVENNA - Ultimo atto del percorso per l'attuazione degli interventi inseriti nei  contratti di quartiere. Dopo il protocollo siglato fra Comune, Ministero delle Infrastrutture e Regione Emilia Romagna nell'aprile dell'anno scorso e dopo l'approvazione da parte della giunta regionale delle proposte di accordi di programma presentate da alcuni comuni emiliano-romagnoli, questa mattina gli accordi sono stati sottoscritti  dai Sindaci dei Comuni interessati, dalla Regione e dai soggetti attuatori degli interventi. Per quanto riguarda Ravenna si tratta di Iter e Acer. 

 

"Con la firma di questa mattina - dice il Sindaco Fabrizio Matteucci - si compie l'ultimo e fondamentale atto del  percorso per la realizzazione di cinque  importanti interventi di riqualificazione urbana e promozione della qualità architettonica della nostra città. L'accordo di programma  siglato impegna infatti  i soggetti attuatori a garantire la prosecuzione  dei lavori e dà il via libera all'assegnazione dei finanziamenti pubblici".

 

Il Comune di Ravenna beneficia di un cofinanziamento, da parte del Ministero e della Regione Emilia Romagna, di 5 milioni e 622.000 euro per un progetto che riguarda il Villaggio San Giuseppe e la Darsena di città.


Stato e Regione cofinanziano cinque interventi. Il primo riguarda 38 alloggi nel Villaggio San Giuseppe. Il bando è stato vinto dal Gruppo Picco di Torino. Costo complessivo dell'opera: 4 milioni e 470.000 euro, di cui 3.115.000 a carico del Ministero e della Regione. Il secondo intervento riguarda la realizzazione della scuola materna del quartiere San Giuseppe (costo complessivo: 1.656.000 euro di cui 416 000 finanziati da Ministero e Regione); il terzo consiste nella ristrutturazione dell'ex scuola elementare di via Chiavica Romea che sarà trasformata in un nido (costo complessivo: 645.000 euro, 224.000 euro di finanziamento).

Per questi tre interventi il soggetto attuatore è il Comune di Ravenna. Gli ultimi due interventi riguardano, rispettivamente, il recupero di 51 alloggi di edilizia popolare (costo complessivo: 510.000 euro, di cui 357.000 finanziati, soggetto attuatore Acer) e la nuova costruzione di 72 alloggi con  "buono casa"  nella Darsena di città (costo complessivo: 11 milioni e 243.569 euro, di cui 1 milione 350.000 finanziati da Ministero e Regione, Iter soggetto attuatore), che costituiscono il primo intervento nell'area di water front.


Sia quest'ultimo intervento che quello relativo alla scuola materna del quartiere San Giuseppe, sono inseriti in un programma sperimentale che prevede  l'utilizzo di sistemi di fitodepurazione per il trattamento e recupero delle acque nere, di recupero delle acque meteoriche (per la materna), e di risparmio idrico ed energetico (per gli alloggi con "buono casa").

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori sono stati quasi tutti appaltati e/o iniziati.  Per quanto  riguarda la materna del quartiere San Giuseppe i lavori sono stati inseriti  nel bilancio 2009.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -