Ravenna, controlli antiprostituzione: arrestati due brasiliani

Ravenna, controlli antiprostituzione: arrestati due brasiliani

RAVENNA - Venerdì pomeriggio, a Lido di Classe (RA), la Squadra Mobile ha coordinato un'operazione diretta a contrastare il fenomeno della prostituzione in strada ed in appartamento da parte di giovani cittadini brasiliani.

 

All'attività di polizia hanno collaborato le pattuglie dell'Ufficio Prevenzione generale, del Posto di Polizia estivo di Pinarella e del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, oltre a quelle dell'Ufficio Immigrazione e della Polizia Scientifica.

 

Nell'occasione sono stati eseguiti alcuni decreti di perquisizione emessi dalla locale Procura della Repubblica, relativi ad altrettanti immobili ubicati nel centro di Lido di Classe, al cui interno erano ospitati in violazione di legge i transessuali brasiliani.

 

Durante il controllo, nei due appartamenti sono stati rintracciati complessivamente 6 cittadini brasiliani e due cittadini italiani.

 

Due brasiliani originari di Fortaleza e Joao Pessoa, di ventiquattro anni, non in regola con le norme sul soggiorno, sono stati arrestati: erano entrambi inottemperanti ai decreti di espulsione (emessi nel 2008 e 2010). Uno dei due, tra l'altro, aveva già lasciato il territorio italiano alla fine del 2009, rientrando clandestinamente. Per i due cittadini stranieri clandestini è scattato l'arresto ed il processo nella mattinata odierna.

 

Gli altri tre giovani brasiliani (di 27, 29 e 30 anni) non in regola con le norme sul soggiorno sono stati colpiti da decreto di espulsione dall'Italia, per violazione al Testo Unico sull'Immigrazione. Avviate le procedure per l'accompagnamento presso un Centro di identificazione ed espulsione per il successivo rimpatrio in aereo in Brasile.

 

Denunciati i titolari dei contratti di locazione degli appartamenti per aver favorito la permanenza nel territorio italiano dei connazionali clandestini

 

L'operazione è scattata a conclusione di una serie di servizi straordinari di controllo del territorio disposti da tempo attraverso il concorso degli equipaggi dello speciale Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna di Bologna diretti a contrastare la prostituzione viaria e la presenza di clandestini sul litorale e sulla statale della provincia ravennate.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -