Ravenna, convegno sulla "protezione internazionale"

Ravenna, convegno sulla "protezione internazionale"

RAVENNA - Si è svolto ieri nell'aula Magna di Palazzo Verdi di via Pasolini il seminario "Protezione internazionale, politiche locali e integrazione" rivolto agli studenti universitari. L'incontro ha rappresentato l'occasione per riflettere sulla condizione dei rifugiati presenti sul territorio da qualche anno, a partire dalla presentazione del libro-inchiesta "Vite da rifugiati", realizzato dall'associazione "Ya Basta!" di Bologna con il contributo del progetto "Emilia-Romagna terra d'asilo".  L'Assessore all'Immigrazione Ilario Farabegoli ha partecipato ai lavori sottolineando il pluriennale impegno del Comune di Ravenna sulle tematiche in oggetto ed invitando ad un ripensamento del concetto di integrazione, che sempre più spesso si presenta come un'imposizione culturale da parte degli autoctoni sui cittadini stranieri piuttosto che un processo di mutuo riconoscimento.

 

È intervenuta inoltre Daniela Di Capua, direttrice del Servizio Centrale Sprar, che ha presentato il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, evidenziando le criticità del sistema ma sottolineando allo stesso tempo gli sforzi continui per il suo perfezionamento. Il professor Gustavo Gozzi, vice-preside della Facoltà dei Conservazione dei Beni Culturali, ha elogiato l'inchiesta, evidenziandone l'importanza nel panorama nazionale. Ha infine promosso l'efficace modello di collaborazione tra Università e Comune, presente già da tempo sul territorio ravennate.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -