Ravenna: convenzione INPS-EBT per la gestione degli ammortizzatori sociali

Ravenna: convenzione INPS-EBT per la gestione degli ammortizzatori sociali

RAVENNA - È stata siglata, nei giorni scorsi, dal direttore Regionale dell'INPS dottor Valfranco Fortuni e dal Presidente dell'Ente Bilaterale dottor Luca Massaccesi una convenzione che verrà applicata per l'anno 2009 con possibilità di estensione agli anni successivi. Tale convenzione è stata messa a punto dai due enti per regolare i rapporti tra INPS ed ENTE BILATERALE (EBT) nonché le modalità attuative, gestionali e i flussi informativi relativi al sistema degli ammortizzatori sociali in deroga comprensivi della rendicontazione Si tratta in particolare della tutela dei lavoratori sospesi per crisi aziendali e congiunturali che, ai sensi dell'art 19 del decreto anticrisi, prevede il concorso dell'ente bilaterale unitamente alla indennita' dell'Inps. Inoltre, essa regola l'accesso e l'interscambio dei dati relativi alla banca dati dei percettori di prestazioni a sostegno del reddito, ai fini del coordinamento delle politiche attive con gli strumenti di tutela del reddito.

Entro 10 giorni verranno stipulati appositi protocolli tecnici per l'attuazione di tale convenzione.

 

Nel giugno scorso erano stati stanziati, infatti, 300 mila €uro da EBT per costituire un fondo destinato ai lavoratori delle imprese commerciali della provincia di Ravenna che, a causa della crisi, debbono adottare provvedimenti di licenziamento, sospensione o riduzione dell'orario di lavoro, grazie ad un accordo siglato da Ascom Confcommercio della provincia di Ravenna e i sindacati Cgil-Cisl-Uil, che prevede interventi economici per i dipendenti delle aziende iscritte all'Ente bilaterale del commercio. L'ente bilaterale è un organismo associativo a base paritetica, dove rappresentanti delle imprese e dei lavoratori concorrono alla realizzazione degli obiettivi statutari che consistono prioritariamente nel sostegno a iniziative nel campo della formazione professionale e sostegno al reddito dei lavoratori appunto.

 

L'obiettivo del patto è il potenziamento degli interventi in ipotesi di riduzione dell'orario di lavoro e sospensione dell'attività lavorativa per crisi congiunturali, per la salvaguardia dell'occupazione evitando licenziamenti indiscriminati. A tali interventi sono destinate con priorità le risorse 2009, unitamente a quelli relativi all'ipotesi di licenziamento  per riduzione di personale o cessazione di attività per crisi congiunturale o aziendale e alle indennità previste in ipotesi di malattia dell'apprendista e di perdita del posto per superamento dei limiti temporali di conservazione in caso sempre di malattia e aspettativa per gravi motivi familiari. E' condizione di accesso per le imprese, l'applicazione ai rapporti di lavoro del ccnl del Terziario siglato da Confcommercio ed essere in regola coi versamenti contributivi all'Ebt.

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -