Ravenna, cortometraggi 'da sogno' al teatro Rasi

Ravenna, cortometraggi 'da sogno' al teatro Rasi

Ravenna, cortometraggi 'da sogno' al teatro Rasi

E' stata presentata la 9a edizione del Festival internazionale di cortometraggi "Corti da Sogni - Antonio Ricci", che si terrà al teatro Rasi dal 5 al 7 giugno. L'ingresso alle proiezioni è gratuito. "Per la fase finale del concorso - spiegano gli organizzatori - sono state selezionate una quarantina di opere provenienti da tutto il mondo". I video finalisti si contenderanno inoltre la vittoria finale nelle sezione "Corto Cortissimo", per i film inferiori ai 15 minuti.

 

La novità assoluta della nona edizione del Festival è rappresentata dal premio European Sogni Award che decreterà il miglior cortometraggio europeo".

 

I video finalisti si contenderanno inoltre la vittoria finale nelle sezione "Corto Cortissimo", per i film inferiori ai 15 minuti. La giuria composta giuria composta dallo scrittore bolognese e sceneggiatore Gianluca Morozzi, dalla giornalista dell'Ansa, corrispondente da Bruxelles, Chiara De Felice e dal direttore di fotografia Giovanni Cavallini. Oltre a ciò verranno assegnati i premi: Menzione Speciale, Sogni Doc, Creatività in corto, Mitici critici e Frequenze in corto.

 

Il Festival partirà giovedì 5 giugno, quando dalle 20 in poi si alzerà il sipario per una prima serata tutta dedicata al cinema "breve". Altra serata dedicata ai corti venerdì 6 giugno (sempre dalle ore 20) e, infine, per la giornata di sabato, 7 giugno, è attesa un'interessantissima maratona nel segno del cinema; si parte nella mattinata, quando dalle 9,30 alle 12,30 verranno trasmessi i cortometraggi della sezione "Mitici critici". Al pomeriggio, dalle 15, riprenderanno le proiezioni in concorso e alle 18 sarà ospite del festival, per un appuntamento in collaborazione con Ravenna Teatro/Nobodaddy, Goffredo Fofi.

 

Dalle 21,15 si procederà infine alle premiazioni e alla proiezione dei cortometraggi vincitori. La serata finale del festival sarà condotta dal giornalista dell'Unità Alberto Mazzotti.

 

Gli eventi del Festival

 

Incontro con il critico cinematografico Goffredo Fofi

 

Ospite del festival, grazie alla collaborazione con Ravenna Teatro/Nobodaddy, sarà Goffredo Fofi, uno dei più illustri critici cinematografici italiani, che presenterà la recente ristampa del libro "I grandi registi della storia del cinema. Dai Lumiére a Cronenberg, da Chaplin a Ciprì e Maresco". L'incontro, in programma alle 18 di sabato 7 giugno, sarà moderato dal giornalista Danilo Montanari.

 

Le monografie d'autore

 

Tra gli eventi speciali dell'edizione 2008, si segnalano due monografie. La prima è dedicata ad uno dei più grandi registi d'animazione del Dopoguerra. Si tratta dello scozzese Norman McLaren, vincitore, con due diversi cortometraggi, di un premio Oscar nel 1952 e di una Palma d'Oro nel 1956 a Cannes. Saranno proiettati entrambi i corti che resero celebre al grande pubblico: si tratta di Neighbours e di Blinkity Blank. Fine "cesellatore di pellicole" e grande sperimentatore dell'immagine e della colonna sonora, Norman McLaren con i suoi rivoluzionari metodi di composizione è stato uno dei padri del disegno animato moderno.

La seconda retrospettiva è invece dedicata agli inventori del cinema: i fratelli Lumière. Sebbene le origini del cinema siano ancora dibattute, è consuetudine attribuire ai fratelli Lumière il merito della sua invenzione.


La presentazione ufficiale della macchina avviene il 22 marzo 1895 con il filmato LA SORTIE DES USINES LUMIERE (L'USCITA DALLE FABBRICHE LUMIERE): una sola inquadratura che cerca di riportare fedelmente la realtà nel giro di meno di un minuto.


Lo strepitoso successo ottenuto con la prima proiezione pubblica del 28 dicembre 1895 spinge i Lumiére a produrre una lunghissima serie di filmati dello stesso genere, alcuni dei quali passano alla storia per le stupefatte reazioni del pubblico impreparato.
Più di mille filmati in soli due anni spiegano la popolarità degli inventori-registi e i loro tour europei per presentare l'invenzione.


Il loro interesse per gli avvenimenti quotidiani della vita borghese, accompagnato da una fascinazione per la modernità, diventa oggetto del loro lavoro, ma incredibilmente convinti della deteriorabilità del cinema abbandonano la produzione nel 1901 lasciando ad altri illustri successori lo sviluppo della settima arte.

 

Ogni informazione sul festival (con il programma nel dettaglio e tutte le proiezioni in programma) è disponibile sul sito internet www.cinesogni.it. Per ogni informazione: infoline 333 8481010 oppure l'indirizzo e-mail circolo@cinesogni.it.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da non perdere gli eventi collaterali allestiti per questa nona edizione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -