Ravenna, Costa (PdL) denuncia 'trappole' per le vie cittadine

Ravenna, Costa (PdL) denuncia 'trappole' per le vie cittadine

RAVENNA - La Giunta Matteucci ci sorprende ogni giorno di più per i provvedimenti che adotta, secondo lei, per migliorare la sicurezza stradale dei cittadini ravennati. L'ultima "creazione" è stata predisposta lungo la Via Cicognani, davanti all'ingresso della Scuola media Don Minzoni; si tratta di un allargamento del marciapiede (180 cm), su entrambi i lati della strada, che, a quanto pare, sarebbe stato predisposto anche per migliorare la sicurezza di chi utilizza i mezzi di trasporto pubblico (?).

 

Non contenti di questa "trappola", hanno approfittato dell'occasione per allargare l'immissione da Via Dradi in Via Cicognani con due "baffi" ulteriori, al cui interno sono stati collocati gli immancabili mattoncini di colore rosso che, oltre a stonare col colore dell'asfalto, diventano un luogo ideale per la crescita di erbacce, come è successo dovunque sono stati collocati (soprattutto in prossimità delle rotonde).

 

Questi restringimenti improvvisi della sede stradale costituiscono una vera e propria "trappola" per chi circola in Via Cicognani, in quanto la carreggiata, dopo l'allargamento dei marciapiedi, è stata ridotta di ben 3,6 metri e perciò, al fine di contenere il numero di incidenti, è necessario segnalare il restringimento anche con diversi segnali luminosi intermittenti a led.

 

Se un ciclista percorre quella strada e due auto si incrociano, quella che dovrebbe sorpassare la bici è costretta a fermarsi per non travolgere il ciclista, oppure per evitare un frontale con chi proviene dalla direzione opposta.

 

Questi lavori che in teoria dovrebbero migliorare la sicurezza stradale ma che, purtroppo, favoriranno invece il verificarsi di incidenti, sono stati eseguiti proprio in corrispondenza dell'intersezione fra la Via Dradi e Via Cicognani creando, se possibile, ancora più pericolo.

Se la Giunta Matteucci voleva migliorare la sicurezza dell'attraversamento pedonale di fronte all'entrata della Scuola Don Minzoni, non sarebbe stato più semplice, meno costoso e più efficace installare un semaforo pedonale a chiamata, senza restringere pericolosamente la larghezza della carreggiata con le "trappole" appena predisposte e non ancora ultimate?

 

Non siamo certamente meno sensibili dell'Amministrazione comunale sul tema della sicurezza stradale ma, almeno, le nostre proposte non creano ulteriori pericoli, contrariamente a questi provvedimenti voluti e messi in atto sempre più spesso nelle strade cittadine dalla Giunta Matteucci.

  

Eugenio Costa - Capogruppo consiliare PdL

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di luigia
    luigia

    invito lo scrivente a provare la nuova viabilità a Porto Fuori. Una stada non larghissima diventata una strettoia. Provare per credere

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -