Ravenna, costringeva la figlia a prostituirsi. Arrestata

Ravenna, costringeva la figlia a prostituirsi. Arrestata

Ravenna, costringeva la figlia a prostituirsi. Arrestata

RAVENNA - Costringeva la figlia a prostituirsi. Una cittadina brasiliana di 41 anni è stata arrestata dagli agenti della Squadra Mobile di Ravenna con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare richiesta dal procuratore Daniele Barberini. La donna faceva da maitresse anche per altre sei connazionali, che andava di persona a prenderle in taxi e inserirle in alcuni appartamenti tra Lido di Classe e Ravenna.

 

Nel corso dell'operazione sono state denunciate anche altre quattro persone. Si tratta di un ravennate di 37 anni, compagno della 41enne, di un brasiliano di 44 anni ed altri due italiani di 58 e 62 anni, il primo residente a Ravenna ed il secondo in provincia di Bologna. Quest'ultimi si facevano intestare i contratti degli appartamenti in affitto, occupandosi anche di procacciare i clienti  inserendo gli annunci su un giornale locale.

 

Al vertice della piramide c'era la 41enne, in carcere da venerdì scorso a Ravenna. Le indagini hanno permesso di appurare che la signora minacciava di magia nera coloro che volevano abbandonare la ‘carriera' da prostituta. La Squadra Mobile ha quantificato che ciascuna prostituta fruttava settimanalmente 500 euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -