Ravenna: cultura sportiva, in scena "Sport Mosaico di ritmi"

Ravenna: cultura sportiva, in scena "Sport Mosaico di ritmi"

RAVENNA - Mercoledì mattina l'assessore allo sport Susanna Tassinari ha presentato alla stampa il progetto "Sport Mosaico di ritmi" e l'evento pubblico di martedì 13 maggio, momento di sintesi del lavoro svolto da tre istituti scolastici ravennati per diffondere una nuova cultura sportiva e contribuire allo sviluppo armonico della persona e alla promozione della cultura della legalità, delle regole e del fair play.

  

Il teatro Rasi martedì 13 ospiterà alle 10,30 gli esiti del lavoro svolto dagli studenti dell'Istituto tecnico commerciale "Ginanni", dell'Istituto d'Arte per il mosaico "Severini" - Liceo Artistico "Nervi" e dell'Istituto professionale "Olivetti - Callegari". Si alterneranno in scena azioni ginniche, coreografie appositamente predisposte dai ragazzi sotto la supervisione degli insegnanti, esercizi di ginnastica ritmica, a comporre un mosaico di ritmi.

 

Il progetto nasce dalla volontà dell'assessorato allo Sport e da alcuni docenti degli Istituti superiori delle Istituzioni Scolastiche del Comune di Ravenna in collaborazione con Ufficio scolastico regionale e il Comitato provinciale del Coni.

 

 "Ringrazio le scuole che hanno aderito al progetto - spiega l'assessore allo sport Susanna Tassinari - al di là delle performance di alto spessore che rasentano il professionismo, in programma il 13, è importante sottolineare il valore dell'interdisciplinarità. Il progetto dimostra che stiamo lavorando al superamento della parcellizzazione dei saperi. Lo sport è un attivatore di agio e di benessere, ha una grande valenza formativa, consolida le relazioni, aumenta l'autostima, valorizza i talenti e può fungere da tessitore per tutte le competenze acquisite. Fare rete nell'ambito dell'istruzione, con le scuole protagoniste, rappresenta una straordinaria opportunità formativa".

 

Il progetto intende valorizzare tutte le discipline sportive attraverso lo spettacolo, il ballo, la musica la poesia, le arti figurative e il linguaggio multimediale. In questa ottica gioca un ruolo fondamentale l'attivita' sportiva, considerata non solo nella dimensione agonistica, ma soprattutto come manifestazione unitaria dell'identità personale, della progettualità individuale, della capacità di confrontarsi e rapportarsi con gli altri in termini costruttivi.

 

 "Si tratta di un progetto - precisa Michele Panicali, dirigente Ufficio scolastico provinciale - nato all'interno delle scuole, perché lo sport diventi una modalità di partecipazione per tutti e consolidi l'educazione alla legalità e alla convivenza civile".

 

Erano presenti oltre all'assessore Susanna Tassinari, il dirigente Ufficio scolastico provinciale  Michele Panicali, il dirigente scolastico Istituto tecnico Commerciale "G.Ginanni", Patrizia Ravagli; il dirigente scolastico Istituto d'arte Severini - Liceo Artistico "Nervi", Marcello Landi;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

l'insegnante di educazione fisica dell'Istituto "Callegari - Olivetti", Claudio Emiliani

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -