Ravenna, da Filippi (PdL) affondo su Errani: "Investe solo sulla Romagna"

Ravenna, da Filippi (PdL) affondo su Errani: "Investe solo sulla Romagna"

Ravenna, da Filippi (PdL) affondo su Errani: "Investe solo sulla Romagna"

RAVENNA - "Come da consuetudine anche domani l'Assemblea Legislativa è chiamata a valutare la modifica alla deliberazione 1164 del 1999, l'approvazione all'accordo del programma speciale d'area "Porto di Ravenna", provvedimento che si potrebbe definire: ‘Legge Errani per Ravenna.' " Non usa giri di parole Fabio Filippi, vicepresidente della commissione Bilancio, che da anni si batte sui banchi di Aldo Moro contro un "gocciolio continuo di ingenti fondi a favore di Ravenna e della Romagna".

 

"Un impegno -quello di Errani- costante, un progetto faraonico che sembra non arrivare mai ad una conclusione, una specie di pozzo di San Patrizio che grava sulle spalle di tutti i cittadini dell'Emilia-Romagna. Il problema è che la torta è sempre la stessa, ma se la fetta più grossa la mangia Ravenna, ad alcune città restano solo le briciole".

 

"La delibera in esame - dichiara Filippi- individua i primi interventi realizzabili per un costo di 5 milioni di euro, interamente stanziati dalla Regione. Si tratta di sistemazione della viabilità anche non direttamente collegata al porto; tutti sappiamo l'importanza notevole che riveste il porto per la nostra regione, e sarebbe doveroso migliorarlo e renderlo più funzionale. Noi del PDL siamo i primi a sostenerlo, ma è inammissibile che vengano destinati ad esso milioni di euro senza che poi vi sia la sistemazione dei fondali. Gli addetti ai lavori lamentano le difficoltà di accedere al porto per i mezzi navali di grandi dimensioni".

 

"Tanti soldi pubblici spesi senza centrare l'obiettivo di ottenere un porto perfettamente fruibile a tutti i mezzi, come sarebbe opportuno e auspicabile. La Giunta, memore degli attacchi ricevuti per i precedenti finanziamenti allo stesso programma d'area, dove allegramente si finanziavano asili, reti fognarie, arredi urbani e altre amenità; questa volta, ha preferito mettere all'ordine del giorno anche programmi d'area per altre provincie particolarmente vicine alla politica regionale. Ma la sostanza non cambia".

 

"Il piano del porto di Ravenna resta per la Regione, il più costoso in assoluto e quello che ha ricevuto e riceve i maggiori finanziamenti di tutti. Molti sarebbero gli investimenti necessari, in tutta la Regione la Giunta dovrebbe realizzare dei programmi speciali d'area, ma poi si rifugia sempre dietro la mancanza di fondi dovuta ai provvedimenti del Governo Berlusconi. Pare che in Emilia-Romagna si taglino le spese utili, ma per gli amici i fondi si trovano sempre. Una politica davvero sinistra" conclude Filippi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -