RAVENNA - Da sabato aperta la caccia selettiva al capriolo maschio

RAVENNA - Da sabato aperta la caccia selettiva al capriolo maschio

RAVENNA - La giunta provinciale ha approvato il calendario venatorio per la stagione 2007/08: sabato 2 giugno avrà inizio la caccia di selezione al capriolo maschio. La caccia è consentita da un’ora prima del sorgere del sole a un’ora dopo il tramonto. Possono esercitare la caccia al capriolo i 162 cacciatori che hanno partecipato al corso d’abilitazione per selecontrollori.


“Si tratta – precisa l’assessore provinciale alla caccia, Libero Asioli - di un prelievo di capi che serve per mantenere equilibrato il numero degli animali. Il piano d’abbattimento è definito dalla normativa regionale e approvato dall’Istituto Nazionale di Fauna Selvatica. Per la gestione del prelievo, il territorio provinciale è stato suddiviso in zone ed aree di circa 100 ettari.

A ogni selecontrollore, all’interno dell’area stabilita, è assegnato un numero stabilito d’abbattimenti: in media 1,66 a testa. Prima di iniziare l’attività venatoria i cacciatori devono compilare e depositare, nelle cassette sparse su tutto il territorio, una dichiarazione che attesta il giorno, l’ora e la targa dell’auto utilizzata per svolgere il proprio abbattimento. Dopo all’abbattimento il capo sarà verificato presso il Centro di Controllo”.

Gli abbattimenti riguardano solo i soggetti di qualità inferiore alla media e avvengono per sesso e classe d’età.


“Dal 2 giugno – continua Asioli - avremo 162 operatori dislocati sul comprensorio collinare che, in stretta sintonia col territorio, ci permetteranno un più attento presidio degli incendi, assillo della stagione estiva”.


Il territorio agro silvo pastorale della nostra provincia è caratterizzato da ambienti diversi: prati incolti, piuttosto secchi, frutteti irrigui, boschi rigogliosi, piccole proprietà contadine, con appezzamenti frammentati da continui fossi e canali di bonifica, siepi e filari frangivento, che offrono rifugio e sostentamento alla fauna selvatica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Proprio per mantenere questa biodiversità ambientale e agro-forestale – conclude Asioli - la Provincia si dedica, da anni, a interventi di miglioramento ambientale, con contributi alle colture agricole a perdere o finalizzati alla creazione e al mantenimento degli habitat necessari al rifugio e all’alimentazione della fauna, risultato di strette sinergie fra cacciatori e agricoltori che operano sullo stesso territorio”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -