Ravenna, dal 14 luglio al via "I luoghi dello Spirito e del Tempo"

Ravenna, dal 14 luglio al via "I luoghi dello Spirito e del Tempo"

RAVENNA - Un altro anno dei "Luoghi dello Spirito e del tempo", il sedicesimo, atteso dal pubblico che ne chiede notizia presso gli enti turistici e su internet e che conferma il grande desiderio di musica, cultura e bellezza. Un bisogno che in questo periodo di difficoltà non si spegne e anzi aumenta, e che trova ancora rispondenza negli enti pubblici che ci hanno sostenuto e continuano a sostenerci: Regione, Provincia, e i comuni che continuano a strappare ai loro risicati bilanci qualche risorsa per non spezzare il filo della cultura.

 

La rassegna, che coniuga appuntamenti musicali alla visita di luoghi di interesse architettonico e paesaggistico presenta quest'anno due graditi ritorni, perché dopo molto tempo si tornano a visitare le pievi di Campiano e San Pietro in Trento. I due edifici saranno presentati, come per l'anno scorso avvenne per l'apprezzato appuntamento alla pieve di San Zaccaria, da un'appassionata conoscitrice della storia e delle bellezze del territorio come Vanda Budini.

 

La rassegna si apre a Voltana il 14 luglio, il suggestivo cortile del Santuario ospiterà il nuovo programma medievale dei Musica Officinalis ensemble (foto allegata) che esplora le contaminazioni tra musica antica e tradizione etnica; seguirà il 21 Palazzo Grossi di Castiglione di Ravenna, suggestiva costruzione fortificata che quest'anno farà da sfondo a un programma di danza e letture del Rinascimento. Dopo l'appuntamento del 28 a S. Pietro in Trento con il virtuosismo di flauto dolce e clavicembalo, si tornerà all'aperto il 4 agosto nella Rocca di Russi con un programma dedicato a melodie popolari del primo Seicento, presentate da Salon des Musiques.

 

Ancora a Russi, e in collaborazione con l'attivissima Pro Loco, l'unico concerto  programmato per un giorno diverso dal giovedì: sabato 13 agosto la chiesa di Palazzo S. Giacomo risuonerà delle note del barocco spagnolo. Il 18 agosto una nuova produzione del Festival, l'oratorio "Mosè" del compositore G. A Perti, riscoperto in occasione dei 350 anni dalla nascita. Gli appuntamenti di Alfonsine del 25 agosto e di Campiano del 1 settembre presentano giovani musicisti formatisi nei conservatori di Ferrara e Pesaro.

 

I concerti inizieranno alle 21, salvo per le date del 28 luglio e del 1 settembre in cui la visita guidata inizierà alle 20.30. L'ingresso ai concerti è gratuito; in caso di maltempo è prevista una soluzione alternativa per i concerti all'aperto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -