Ravenna, dal 6 al 12 ottobre in mostra i giovani artisti del mosaico

Ravenna, dal 6 al 12 ottobre in mostra i giovani artisti del mosaico

RAVENNA - Life is Mosaic! è la mostra con cui l'Accademia di Belle Arti di Ravenna presenta le opere più recenti dei suoi giovani artisti. La ricerca intorno al mosaico contemporaneo dell'Accademia ravennate (l'unica in Italia e nel mondo che prevede un corso di laurea dedicato al Mosaico) ha grande qualità estetica e originalità, e le opere in mostra lo evidenziano. Opere in cui il mosaico evita il cavalletto e si ispira alla vita di ogni giorno, divertendosi a replicare oggetti, o a simulare realtà. Dove il mosaico gioca a incuriosire chi guarda, a sorprendere, utilizzando con grande maestria un linguaggio antico, nobile e prezioso.

 

Un manifesto strappato di Vertigo (Elena Saraceni), un cactus da toccare senza paura perché morbido (Roberta Grasso) un anomalo peperoncino (Francesca Gazzotti). Il mosaico entra nello spazio quotidiano, dove materiali preziosi e una tecnica raffinatissima danno vita a golosi buffet (Silvia Naddeo), a una meravigliosa torta nuziale (Rosa Siciliano), a un saporito sushi (Johanna Piszczek), a una affettuosa foto ricordo della fatina di Pinocchio (Sara Rinaldi), oppure a presenze dolci come un lecca lecca (Federica di Criscienzo) o profumate come il caffè (Francesca Gazzotti).

 

In mostra vi sono originali gioielli in micromosaico di Elena Minascurta, Roberta Grasso, Silvia Naddeo, Francesca Gazzotti, Federica di Criscienzo che rivestono il corpo con forme nuove, coloratissime e brillanti. Gioielli ideati e realizzati in Accademia dove da alcuni anni c'è un interessante corso di Oreficeria e Mosaico Minuto.

 

Per un'arte che non è separata dalla vita di ogni giorno e, anzi, vuole invaderla, proprio come dichiarava lo scultore pop Claes Oldenburg nel 1961:

 

 "Sono per un'arte che prende le sue forme dalla vita, che si contorce e  si estende impassibilmente e accumula e sputa e sgocciola, ed è dolce e stupida come la vita stessa. Sono per l'arte che viene fuori come un pennacchio di fumo e si disperde nel cielo. Sono per l'arte che il bambino può leccare dopo aver tolto la carta. Sono per le arti che emettono barlumi e illuminano la notte. Sono per l'arte bianca dei frigoriferi e del loro energico scatto nell'aprirsi e chiudersi..."

 

Aspettando RavennaMosaico 2011
mostra
Chiostri Oriani, Ravenna (ingresso da Piazza San Francesco)
Inaugurazione mercoledì 6 ottobre 2010, ore 18
nell'ambito delle manifestazioni culturali della NOTTE D'ORO
la mostra resterà aperta dal 6 al 12 ottobre con apertura straordinaria nella notte di sabato 9 ottobre

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -