RAVENNA - Dal Consiglio provinciale via libera al bilancio dell'Aeroporto di Rimini

RAVENNA - Dal Consiglio provinciale via libera al bilancio dell'Aeroporto di Rimini

RAVENNA - Il consiglio provinciale ha votato un atto di indirizzo per l’assemblea ordinaria e straordinaria convocata per oggi, dalla Società Aeradria S.p.A di Miramare di Rimini, società di gestione dell'Aeroporto Internazionale Federico Fellini, al cui ordine del giorno risulta iscritta l’approvazione del bilancio di esercizio 2006.


Hanno votato a favore i gruppi Pdci, Pri, Rc e Ulivo. Astenuti i gruppi AN, FI e Udc.


“L’approvazione del bilancio di Aeradria non comporta oneri a carico della Provincia, anzi risulta un utile di esercizio di complessivi novemila duecentoquattordici euro da destinare al fondo di riserva del patrimonio netto” ha sottolineato l’assessore provinciale ai trasporti e mobilità, Gino Maioli.


“La Provincia partecipa con una quota di capitale sociale pari al 2,21% alla società per azioni Aeradria. Il consiglio provinciale, per esprimere le proprie funzioni di indirizzo programmatorio di carattere politico, viene coinvolto negli atti ritenuti fondamentali per l'attività delle società cui partecipa la Provincia. Estremamente positivo il risultato raggiunto, risultato che evidenzia come sia possibile arrivare ad una gestione positiva di infrastrutture aeroportuali se si passa da una logica che privilegia il numero dei passeggeri come dato prioritario ad una capacità del management di coniugare in modo equilibrato capacità di investimento, coinvolgimento diretto delle imprese turistiche del territorio, gestione attenta delle risorse economiche e del lavoro proprie e numero dei passeggeri ”.


Ha quindi preso la parola Massimo Masini, presidente di Aeradria Spa: “Abbiamo chiuso a pareggio il bilancio 2006. Dopo la chiusura del bilancio 2004 con 2 milioni e 100 mila euro di perdite, in un biennio abbiamo raggiunto l’obiettivo del pareggio lavorando in anticipo sulla tabella di marcia. I nuovi voli 2007 sono consistenti per quantità e qualità. Stante l’aumento dei ricavi, il bilancio 2007 sarà a pareggio in modo ancora più evidente, rafforzando così le giuste aspettative della società di ottenere, entro l’anno, la concessione totale. E ciò all’indomani del rilascio, da parte di Enac, della certificazione aeroportuale (certificazione concessa sul finire del 2006). La società si presenta nel 2007 con un elenco di voli di tutto rispetto.


Può vantare collegamenti di linea con 13 paesi europei, 23 città, di cui 12 capitali. Presenta una rosa di 12 diverse compagnie aeree, di cui 7 low cost, propedeutico per l’ulteriore sviluppo dei rapporti commerciali. Particolare rilevanza assume l’accordo strategico con Ryanair che, oltre alla conclusione del complesso contenzioso giudiziario insorto diversi anni fa e all’attivazione dei nuovi voli da e per Nottingham e Stoccolma, prevede due nuove destinazioni europee da definirsi: l’una a decorrere dal prossimo ottobre 2007; l’altra a decorrere dall’aprile 2008. Nel 2007 il ruolo di Riviera di Rimini Promotions risulta ancora più essenziale e determinante rispetto al 2006 tenuto conto degli accordi assunti direttamente da Riviera di Rimini Promotions con le compagnie Air Berlin, Tuifly, Aigle Azur, Sky Europe e Myair; dell’attivazione della struttura di distribuzione e di vendita dei voli, incoming e outgoing, Riminigo.com. Relativamente alla collaborazione e coordinamento con gli aeroporti regionali, nelle recenti riunioni svoltesi a livello regionale, con particolare riferimento all’incontro della Regione con le istituzioni pubbliche socie dei quattro Aeroporti regionali, è stato assunto l’orientamento di “accantonare”, allo stato, la parte del Piano KPMG relativo alle modificazioni azionarie degli Aeroporti di Forlì, Parma e Rimini. Si è deciso di proseguire il lavoro di collaborazione e coordinamento dei quattro Aeroporti regionali, in accordo con la Regione, attraverso due gruppi di lavoro: uno per le attività aviation e uno per le attività extra aviation, e dovranno concludersi con due elaborati tecnici che costituiranno allegati dell’eventuale Protocollo d’intesa.”


Sono intervenuti il capogruppo Alma Tampieri (Rc) e i consiglieri Eliseo Dalla Vecchia e Roberto Gualandi (Ulivo) per manifestare la propria intenzione di voto a favore.


Hanno invece motivato la loro astensione:


Giovanna Maria Benelli, FI: “Abbiamo sempre votato contro perché siamo contrari a partecipazione Provincia negli aeroporti. Il piccolo utile di bilancio (9 mila euro) non ci avrebbe fatto cambiare idea, considerati i due milioni di aumento di capitale. Tuttavia ci asteniamo perché l’impegno del presidente Masini ci è sembrato finalmente di taglio più tecnico che politico con una forte attenzione all’economia di mercato.”


Massimo Mazzolani, capogruppo AN: “Con piacere prendiamo atto di una inversione di tendenza nella gestione amministrativa e nella strategia aeroportuale descritta dal Presidente che apprezziamo. Restiamo in attesa dell'analisi dei flussi e su come questi si riflettono sul territorio.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesco Morini, capogruppo Udc: “Mi asterrò sull'atto di indirizzo condividendo il giudizio di scarsa rilevanza socio-politica della Provincia nel capitale sociale di Aeradria; le risposte del Presidente sulle sopravvenienze attive ci lasciano ugualmente perplessi sulle operazioni di bilancio effettuate.”

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -