Ravenna, dall'anno prossimo il "Baldini" ha l'indirizzo Trasporti

Ravenna, dall'anno prossimo il "Baldini" ha l'indirizzo Trasporti

Ravenna, dall'anno prossimo il "Baldini" ha l'indirizzo Trasporti

RAVENNA - Dall'anno scolastico 2011-2012, gli iscritti all'Istituto Tecnico ‘Baldini' di Ravenna potranno scegliere tra sei indirizzi: chimica e materiali, elettronica, elettrotecnica, informatica, meccanica - articolazione energia, logistica e trasporti - articolazione logistica. La novità, rispetto alla formazione già consolidata, è l'avvio dell' indirizzo Logistica e Trasporti, articolazione Logistica.

 

Il nuovo indirizzo risponderà in modo pertinente alle richieste delle imprese del territorio e dell'area portuale. La progettazione di questo indirizzo nasce anche da una forte collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Ravenna, con cui è stata sviluppata un'analisi del territorio e delle aziende che operano nella logistica e nella nautica, settori fortemente interessati dalle problematiche dei trasporti a livello nazionale. Il Gruppo Giovani Imprenditori ha supportato la nascita dell'indirizzo Logistico e Trasporti, svolgendo il ruolo di "facilitatore" e costituendo un gruppo di lavoro tra imprese locali e Istituto tecnico.

 

"L'obiettivo è formare giovani in grado essere operativi nel mondo del lavoro già dopo il diploma - spiega Alessandro Rosetti , coordinatore del gruppo di lavoro del GGI - grazie alla condivisione di obiettivi formativi delle imprese locali con l'ITI indirizzo logistico. Questo significa fare sistema e creare i presupposti di un'offerta formativa con probabili risvolti occupazionale nell'ambito territoriale. Il porto di Ravenna rappresenta uno degli snodi più importanti per il traffico marittimo e lo potrà divenire sempre più in futuro: per questo il Gruppo di Lavoro costituito ha come membri alcuni rappresentanti delle società che operano nel Porto di Ravenna e vari rappresentanti delle Istituzioni locali, e svilupperà un progetto formativo concentrato sul "saper fare", grazie alla possibilità di dedicare fino al 30 % del montante ore del triennio a ore di laboratorio, quindi presso le stesse aziende che sono interessate ad avere in organico periti tecnici specializzati esperti nella logistica integrata".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -