Ravenna, dalla Cgil dibattito sulle possibili vie dello sviluppo

Ravenna, dalla Cgil dibattito sulle possibili vie dello sviluppo

RAVENNA - L'economia locale e le possibile vie di sviluppo per il territorio saranno al centro dell'incontro in programma sabato 28 maggio, alle 18 in piazza Marsala. L'appuntamento sarà preceduto da un monologo dell'attore Ivano Marescotti. In caso di maltempo l'incontro e il monologo si terranno alla sala d'Attorre di Casa Melandri in via Ponte Marino.

 

Il confronto, condotto dal giornalista Luca Pavarotti, "Osservatorio Ravenna: occupazione e sviluppo nel territorio" vedrà protagonisti Massimo D'Angelillo economista, Marcello Santarelli segretario generale provinciale della Cgil, Fabrizio Matteucci sindaco di Ravenna, Claudio Casadio, presidente della Provincia di Ravenna, Massimo Martoni Ufficio Studi e ricerche Cgil Ravenna, e Giovanni Monti presidente di Legacoop. Supportato da una serie di analisi del Centro studi della Camera del Lavoro l'incontro intende affrontare le tematiche più attuali dell'economia ravennate, individuandone i punti di forza, le debolezze e le prospettive.

 

Sempre nel pomeriggio, alle 17, verrà presentato il libro di Federico Platania "Buon lavoro" (Fernandel). L'autore sarà intervistato dal giornalista Matteo Papi (in caso di maltempo l'incontro si svolgerà all'interno della Camera del lavoro).

 

Dopo gli incontri del pomeriggio, alle sera, alle 21, sarà offerto un aperitivo a tutti i presenti al Teatro Socjale di Piangipane. Subito dopo sarà proiettato il lavoro "La Fabbrica: storie di operai e operaie" di Roberto Artioli e Danilo Montanari. Protagonisti del video sono i lavoratori di oggi e di ieri che raccontano la vita della fabbrica: i tempi della catena di montaggio, le lotte per ottenere una pausa tra ritmi massacranti, i rapporti con i colleghi , il processo di emancipazione delle donne in fabbrica. Il film racconta storie di vita dalla Callegari e dall'Anic di Ravenna, dall'Omsa di Faenza, dall'Evergomma di Fusignano, dalla Yoga Massalombarda, dalla Gallignani di Russi, dalla Marini di Alfonsine.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguire è in programma la proiezione del film, con Paolo Rossi, "Ridotte capacità lavorative" del regista Massimiliano Carboni che sarà presente in sala. Il film sarà presentato dal giornalista Matteo Cavezzali. Paolo Rossi con una piccola troupe sbarca a Pomigliano d'Arco, per i sopralluoghi di un film avveniristico sulla liberazione della classe operaia. Il paese del Mezzogiorno è al centro dell'attenzione nazionale per il referendum sull'accordo firmato da Fiat e alcuni sindacati. Rossi incontra tre personalità importanti di Pomigliano: il sindaco, il parroco e il sindacalista. Secondo Paolo Rossi il film da realizzare sarà la prima opera di un nuovo genere: il "surrealismo civile". Surreali, anche se civilmente impegnati, saranno i sopralluoghi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -