Ravenna: dati sul turismo, il commento di Cna

Ravenna: dati sul turismo, il commento di Cna

RAVENNA - "I dati diffusi dall'assessore provinciale al Turismo, Libero Asioli - afferma Maurizio Gasperoni, responsabile provinciale di CNA Turismo - confermano, nonostante la leggera flessione di arrivi e presenze rispetto all'anno record 2007, un buon andamento del movimento turistico locale dello scorso anno".

 

"Rispetto a dati registrati in ambito nazionale, sicuramente peggiori - prosegue Gasperoni - verrebbe da dire - forse in maniera semplicistica - che il turismo ravennate se l'è cavata abbastanza bene, anche se la crisi economica non lascia intravedere scenari troppo rosei, almeno per il 2009. Ma se gli scenari futuri non sono positivi ecco una ragione in più per intervenire con forza e decisione con una serie di iniziative strategiche per il nostro territorio, soprattutto per valorizzarne le eccellenze".

 

"Da tempo - continua ancora Gasperoni - come CNA, sosteniamo che occorre accelerare al massimo il processo di sviluppo e di qualificazione ai fini turistici delle infrastrutture locali, in primis il nuovo terminal passeggeri di Porto Corsini mentre, rispetto ai collegamenti con gli aeroporti di Bologna e di Forlì, stiamo ragionando con alcune imprese associate per definire un progetto che - attraverso il diretto coinvolgimento del settore dei trasporti persone - sappia creare una rete di collegamenti flessibili in grado di facilitare la mobilità, con particolare riguardo al settore turistico. Ritengo, inoltre, che per qualificare ulteriormente la nostra offerta turistica vadano coinvolti maggiormente alcuni settori dell'artigianato che rappresentano importanti fattori di qualità del territorio".

 

"Mi sto riferendo all'artigianato artistico che trova nelle produzioni del mosaico e delle ceramiche la punta di un iceberg estremamente ricco di altre lavorazioni, ai prodotti tipici artigiani che costituiscono nicchie di eccellenza in grado di far riscoprire i valori e le tradizioni locali, ai cosiddetti servizi alla persona che si stanno aprendo a nuovi orizzonti sul versante delle esperienze sensoriali".

 

"Tutto questo per dire, in estrema sintesi - conclude Gasperoni - che l'artigianato nasconde grandi potenzialità, spesso inespresse, in grado di creare tanti "turismi di nicchia" che possono rappresentare quel valore aggiunto in grado di migliorare in maniera significativa l'appeal della nostra offerta turistica".

 

"Chi, come noi, sostiene che l'integrazione tra le varie funzioni economiche rappresenta una delle condizioni fondamentali per mantenere alto il livello di competitività del nostro turismo, sa anche che un moderno territorio ospitale non è costituito dalla semplice somma degli interessi particolari delle varie categorie economiche ma è rappresentato più significativamente da una propensione comune e condivisa dell'intera area".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per questo riteniamo che, viste le interessanti performance in termini di arrivi e di presenze che continuano a registrare le città d'arte, la candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura deve essere colta come importante occasione di sviluppo, anche ai fini turistici, di tutto il territorio provinciale"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -