Ravenna, depurazione dell'acqua. Risparmiate 100 tonellate equivalenti di petrolio

Ravenna, depurazione dell'acqua. Risparmiate 100 tonellate equivalenti di petrolio

Ravenna, depurazione dell'acqua. Risparmiate 100 tonellate equivalenti di petrolio

RAVENNA - Il risparmio di energia passa anche attraverso la depurazione dell'acqua. Grazie ad un innovativo e più efficiente sistema di immissione dell'ossigeno nelle vasche, che il Gruppo Hera sta progressivamente applicando a tutti gli impianti gestiti, è stato possibile finora risparmiare energia elettrica nell'ordine di circa 800 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) all'anno. Nei depuratori di Ravenna, Russi e Cervia risparmiate 100 tonellate equivalenti di petrolio

 

Negli impianti di depurazione delle acque reflue urbane, infatti, è necessario mantenere in costante movimento grandi volumi di acqua attraverso l'immissione di aria, che richiede a sua volta l'utilizzo di notevoli quantitativi di energia. Per minimizzare l'impatto ambientale di questo processo, Hera ha attivato, quindi, un progetto su larga scala di risparmio energetico, sfruttando una tecnologia innovativa.

 

Da Cervia l'avvio del progetto . Fino ad ora gli interventi hanno interessato una quindicina di impianti presenti su tutto il territorio servito. In provincia si è trattato dei depuratori delle acque reflue urbane di Cervia, da cui è partito il progetto, Ravenna e Russi, nei quali il programma di efficientamento energetico ha dato un risultato complessivo pari a circa 100 TEP (Tonnellate Equivalenti Petrolio) risparmiate all'anno. Il risparmio equivale al consumo di energia elettrica di circa 130 unità immobiliari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -