RAVENNA - Dimenticano figlioletto in auto, condannati i genitori

RAVENNA - Dimenticano figlioletto in auto, condannati i genitori

RAVENNA – Avevano dimenticato il proprio figlioletto di due anni all’interno dell’automobile parcheggiata in piazza Baracca a Ravenna in una giornata caratterizzata dal forte caldo e dall’afa. Per quello spiacevole episodio accaduto il 12 settembre del 2005, conclusosi positivamente grazie all’arrivo dei Vigili Urbani che ha tratto in salvo il piccolo, il giudice del Tribunale hanno condannato i genitori ungheresi, lei 21 e lui 28 anni, con l’accusa di abbandono di minore.


I due, difesi dall’avvocato Giacomo Foschini, sono stati condannati a sei mesi di reclusione, pena coperta dalla legge dell’indulto. Quel 12 settembre del 2005 la coppia di turisti avevano deciso di fare alcune compere, parcheggiando l’automobile in piazza Baracca e lasciando il bambino da solo nel sedile posteriore. Dovevano star via solo una mezz’oretta secondo quando lo scontrino emesso dal parcometro, in realtà si sono presentati solamente un’ora più tardi.


Nel frattempo alcuni clienti di un bar si erano accorti di quel piccino che piangeva, chiamando così gli agenti della Polizia Municipale che lo liberarono poco dopo dal “forno”. Portato al pronto soccorso per gli accertamenti del caso, le condizioni del bambino non destavano preoccupazione. I genitori, dopo esser tornati in Ungheria, sono stati successivamente denunciati. Mercoledì l’epilogo della storia con la condanna della coppia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -