Ravenna, donato un quadro di Cagli. Il sindaco: "Presto un luogo per le nuove visioni europee"

Ravenna, donato un quadro di Cagli. Il sindaco: "Presto un luogo per le nuove visioni europee"

Ravenna, donato un quadro di Cagli. Il sindaco: "Presto un luogo per le nuove visioni europee"

RAVENNA - "Dopo la diffusione dello schema di dossier, la nostra sfida per candidarci a capitale europea della cultura fa un altro passo avanti. Realizzeremo la casa europea della cultura: un luogo fisico di incontri periodici per elaborare le "nuove visioni", che metteremo al centro del nostro programma di candidatura, e per creare una generazione di nuovi talenti". E' l'annuncio che il sindaco Fabrizio Matteucci ha dato nel corso della cerimonia per la donazione alla città di un'opera del pittore Corrado Cagli da parte dell'Archivio Cagli che si è svolta stamani in municipio.

 

> GUARDA LE IMMAGINI (RAfotocronaca)

 

"La nostra ricchezza - ha proseguito Matteucci, dopo aver ringraziato i donatori e Silvana Costa dell'Associazione "Il cerbero" che l'anno scorso ha organizzato nell'ambito della festa del Pd, una mostra dedicata al maestro anconetano, - è la diffusione intensa della nostra produzione culturale: oltre a quella promossa dai principali soggetti culturali: Mar, Ravennantica, Ravenna Festival, se ne affaccia una più "sotterranea" che, come un fiume carsico, talvolta erompe e fa emergere opportunità significative per la città. Tra queste la donazione di questo quadro di Cagli, che è il risultato di una serie di rapporti costruiti nel tempo".

 

Un rapporto e un patrimonio destinati ad arricchirsi di un nuovo elemento rappresentato da una prossima donazione, sempre dell'archivio Cagli. "Si tratta - ha annunciato Francesco Muzzi, presidente dell'Archivio Cagli, del "cartone" realizzato da Cagli negli anni '50 per essere riprodotto in mosaico" che diventerà presto parte della collezione del Mar.

 

Il quadro presentato oggi alla città che ha per titolo "Le nutrici" è stato realizzato in copia unica serigrafata (93x69 centimetri); entrerà a far parte della Pinacoteca comunale "arricchendola - ha dichiarato Claudio Spadoni, direttore del Mar e della Pinacoteca stessa - di un esemplare pittorico realizzato da un maestro del ‘900 che sviluppò in modo del tutto originale i principi artistici della scuola romana del dopoguerra. Per far emergere questo aspetto, che ho ritenuto non dovesse passare sotto silenzio, è stata inserita nella mostra "L'Italia s'è desta" una delle sue opere.

 

Spadoni ha espresso anche apprezzamento per la futura donazione del cartone di Cagli che andrà ad aggiungere "un altro pezzo importante a questa collezione di cartoni unica nel suo genere".

Silvana Costa ha ringraziato per l'attenzione e l'interesse che le iniziative dell'associazione "Il cerbero" continuano a suscitare anche nei confronti sponsor senza il cui sostegno non sarebbe stato possibile realizzare importanti eventi artistici.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, Elio Gasperoni Presidente di Ravenna Holding, Gaia Marani responsabile relazioni pubbliche Autorità Portuale di Ravenna, Maurizio Roi Presidente Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo, Miro Fiammenghi Consigliere Regionale, Uber Dondini presidente del Mar.     


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -