Ravenna, drammatico scontro sulla 'Reale'. Distrutta una famiglia, tre morti

Ravenna, drammatico scontro sulla 'Reale'. Distrutta una famiglia, tre morti

Ravenna, drammatico scontro sulla 'Reale'. Distrutta una famiglia, tre morti

RAVENNA - Famiglia distrutta in un terribile incidente stradale. E' successo martedì, poco prima delle 17.30, a Voltana. A perdere la vita in uno scontro tra due auto al chilometro 125+600 una bambina di quasi sei anni ed i genitori, di Trieste. Sul posto sono intervenuti i sanitari del "118" con tre ambulanze e l'elimedica. Ai Vigili del Fuoco di Ravenna il triste compito di estrarre dalle lamiere dell'auto accartocciata i corpi senza vita. Al vaglio dei Carabinieri di Ravenna la dinamica.

 

> LE IMMAGINI DEL DRAMMATICO SCHIANTO

 

La famiglia (Paolo Radin di 39 anni, la moglie Cristina Matiassi di 36 e la figlioletta Elisa che avrebbe compiuto 6 anni il 20 agosto) viaggiava a bordo di una "Honda Jazz" in direzione di Ferrara dopo aver trascorso la giornata al parco di divertimento 'Mirabilandia'. Ad un certo punto da dietro è sopraggiunta una "Fiat Punto", condotta da un ventenne di Portomaggiore (Ferrara), che ha tentato una manovra di sorpasso.

 

Contemporaneamente dalla direzione opposta stava arrivando una "Nissan Primera" con a bordo un 40enne di Lavezzola ed il figlio di 8 anni. Il conducente della 'Punto' ha cercato a quel punto di inserirsi tra la 'Honda Jazz' e l'auto che la precedeva. Per evitare l'impatto Radin ha messo le ruote sulla banchina, finendo per intraversarsi in mezzo alla carreggiata. La 'Honda' è stata centrata in pieno dalla 'Nissan', per poi volare fuori strada adagiandosi sulla fiancata destra. In solo istante un'intera famiglia è andata distrutta. Ai Vigili del Fuoco il duro compito di estrarre i corpi dalle lamiere dell'auto accartocciata.

 

L'altro conducente, invece, è stato trasportato con 'codice 2' all'ospedale di Lugo. Non gravi le condizioni del figlio, medicato e poco dopo dimesso. Il conducente della 'Punto' è stato sottposto agli esami tossicologici i cui esiti si conosceranno mercoledì. Forti i disagi al traffico. La circolazione è rimasta paralizzata in entrambe le direzioni per alcune ore e deviate sulle strade secondarie.


Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Gattostanco
    Gattostanco

    A quanto pare l'incidente è frutto di un comportamento criminale (da parte del conducente della Punto): fino a quando non ci sarà la consapevolezza che con l'auto (con il camion, con la moto) si PUO' UCCIDERE, non ci saranno MAI infrastrutture sufficientemente protettive ...a prescindere dagli utenti della strada... Vanno puniti molto più duramente i COMPORTAMENTI, ed occorrono più pattuglie sulle strade, così come occorrono MENO LIMITI ASSURDI ed incomprensibili, che DISABITUANO gli italiani a dare credibilità alle REGOLE.

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Premesso che certe disgrazie a volte sono causa anche di disattenzione da parte di chi circola per la strada, anche qui vale lo stesso discorso fatto per il muraglione, si paga caramente il prezzo anche di una viabilità assurda. La Reale è un tremendo budello dove si passa da tratti veloci, ma stretti e a doppio senso a punti con visibiltà scarsa che attraversano centri abitati. Questo finche siamo in Romagna, poi a Consandolo di Argenta parte una pseudosuperstrada che arriva a Ferrara che nient'altro è che una strada di grande comunicazione altrettanto pericolosa che attraversa rettilinea la campagna, dove con un progetto neanche tanto fantasioso si poteva tramutare già da tempo in vera supestrada con tanto di due corsie per carreggiata e guard-rail, che scorresse parallela ai vari paesi in direzione riviera romagnola. Ma a certi nostri rappresentanti non interessano questi morti (abbiamo anche l'E/45, la nostra "salerno-reggio calabria", piuttosto preferiscono valorizzare il turismo dei lidi ferraresi o strozzare il traffico nel nodo di Bologna...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -