Ravenna e l'Università nelle celbrazioni dedicate a Caravaggio

Ravenna e l'Università nelle celbrazioni dedicate a Caravaggio

RAVENNA - Viene presentato domani a Roma il programma celebrativo del quattrocentesimo anniversario della morte di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio per la valorizzazione della figura e della vita del grande artista italiano.

 

"Grazie all'impegno della città e del team di ricercatori guidato dal prof. Giorgio Gruppioni, docente di Antropologia del Dipartimento di Storia e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali con sede a Ravenna, che sta portando avanti gli studi per l'identificazione dei presunti resti ossei di Caravaggio - sottolineano il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci e il vicesindaco con delega all'Università Giannantonio Mingozzi - la nostra città rientrerà tra le protagoniste delle iniziative celebrative".

 

"Con il presidente del Comitato nazionale per la valorizzazione dei beni culturali, storici e ambientali Silvano Vinceti e con il Comitato promotore Caravaggio - continuano Matteucci e Mingozzi - abbiamo infatti convenuto due iniziative di particolare importanza che vedranno coinvolta la città di Ravenna. Si tratta della presentazione dei risultati finali della ricerca condotta da Gruppioni, che si svolgerà a Ravenna nel mese di aprile, e della presentazione del volume ‘L'enigma di Caravaggio. Ipotesi scientifica sulla morte del pittore' (Armando Editore), che contiene le modalità e i risultati delle analisi scientifiche compiute nei laboratori di ricerca ravennati, la ricostruzione della vita turbolenta del pittore e le motivazioni della sua morte misteriosa".

 

"Tali iniziative, che faranno convergere su Ravenna l'attenzione delle maggiori testate giornalistiche, saranno l'occasione in cui l'amministrazione comunale, l'Università e la Fondazione Flaminia  illustreranno le opzioni universitarie ravennati, la candidatura di Ravenna capitale europea della cultura e l'eccellenza dei laboratori di ricerca attivi in città nel campo della biologia, genetica delle popolazioni umani e antropologia archeologica. In virtù della sua partecipazione al 400° di Caravaggio, a oggi Ravenna è già stata citata da numerosi media nazionali e internazionali, fra cui Rai International, BBC, Reuters, Wall Street Journal e Der Spiegel; sono inoltre previsti nei prossimi giorni alcuni speciali che verranno trasmessi da testate televisive statunitensi, spagnole e brasiliane".

 

"La partecipazione della nostra città alle celebrazione del 400° di Caravaggio - concludono Matteucci e Mingozzi - rafforzerà ulteriormente la credibilità dei laboratori di ricerca ravennati e la candidatura di Ravenna per eseguire l'esame dei resti che si ritengono di Leonardo da Vinci oggi sepolto in una fossa comune nel castello di Amboise, nella valle della Loira, in Francia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -