Ravenna e la Cina amiche nel segno di Dante e della porcellana

Ravenna e la Cina amiche nel segno di Dante e della porcellana

Ravenna e la Cina amiche nel segno di Dante e della porcellana

Dalla seconda metà di ottobre il museo della porcellana della città cinese di Jing de Zhen custodisce cento formelle in porcellana realizzate dall'artista cotignolese Enzo Babini, rappresentanti ciascuna un canto della Divina Commedia. La donazione di Babini al museo di Jing de Zhen è stata il presupposto e allo stesso tempo il ‘sigillo' di un patto di amicizia e di fratellanza tra la città della Cina centro-orientale, nota in tutto il mondo per la porcellana, e Ravenna.

 

Una delegazione formata tra gli altri dall'assessore alla Cultura Alberto Cassani, dal sindaco di Lugo Raffaele Cortesi, dal presidente del Rotary Club Lugo Giuseppe Berardo e dallo stesso Babini è stata appunto a Jing de Zhen (città che ha circa un milione e mezzo di abitanti) nei giorni scorsi, in occasione della fiera internazionale della ceramica, la più importante al mondo in questo settore.

 

In uno stand di ottanta metri quadri sono state esposte le cento formelle di Babini, che poi sono state donate al museo della porcellana di Jing de Zhen. Nel corso della fiera lo stesso Babini è intervenuto in rappresentanza di tutti gli artisti presenti. Durante la missione sono poi stati definiti gli ultimi dettagli del patto di amicizia e di fratellanza fra Ravenna e la città cinese.

 

"Nel 1300 - ha detto Babini spiegando come è nata l'idea dell'opera - Marco Polo ha portato le prime porcellane in Italia. Dante era suo contemporaneo. Ho pensato di ‘realizzare' il pensiero del Medioevo con il materiale che arrivava dalla Cina e ‘chiudere il cerchio' omaggiando la Cina, in uno spirito di fratellanza e amicizia fra popoli".

 

A questo punto sono entrati in gioco il Rotary Club Lugo, in particolare il presidente Giuseppe Berardo, e le istituzioni locali, che hanno attivato e portato avanti i contatti con le istituzioni cinesi. "Dobbiamo ringraziare Giuseppe Berardo - ha detto l'assessore Cassani - che ha fatto sì che si creassero le condizioni per un rapporto di amicizia che ha avuto come presupposto fondamentale la disponibilità di Babini a donare la sua opera. Sulla base di questa disponibilità e su richiesta della città di Jing de Zhen è stato formulato un patto di amicizia che vede coinvolta tutta la provincia ravennate. Si tratta di un punto di partenza per l'avvio di una relazione in ambito culturale e anche economico, che ha avuto come prima tappa la donazione di Babini e il viaggio a Jing de Zhen, che, ci tengo a sottolinearlo, alle casse comunali non è costato nulla".

 

Il sindaco di Lugo Raffale Cortesi, in rappresentanza di tutti i Comuni della Bassa Romagna, ha sottoscritto le parole dell'assessore Cassani e ha sottolineato come anche Faenza sia stata coinvolta nella costruzione del rapporto di amicizia con Jing de Zhen, pur non avendo potuto partecipare alla missione viste le imminenti elezioni amministrative. "Tutti i Comuni della Provincia e la Provincia stessa - ha detto Cortesi - desiderano far crescere il sistema della relazioni culturali territoriali, anche a sostegno della candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura. Ringrazio il Rotary per il prezioso lavoro svolto in questa direzione e ringrazio Enzo Babini. Questa è la dimostrazione tangibile dei positivi risultati che si possono ottenere quando istituzioni e società civile fanno squadra".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -