Ravenna, elezioni. Bazzoni (Pdl): "Normale dialettica interna su candidature, no a personalismi"

Ravenna, elezioni. Bazzoni (Pdl): "Normale dialettica interna su candidature, no a personalismi"

"E' normale che in un grande Partito come il Pdl che è il secondo Partito della città e di gran lunga il più importante dell'opposizione, in occasione della candidatura a sindaco in un momento in cui la sinistra - centro appare lacerata e con un bilancio amministrativo assai deludente si sviluppi una fisiologica dialettica interna, tuttavia questa non dovrebbe trascendere in evidenti personalismi che sono fra l'altro il frutto di una non facile convivenza registratasi nella vita del gruppo consiliare FI-PDL fra Eugenio Costa e Maurizio Bucci".

 

Lo dichiara il coordinatore provinciale del Pdl Gianguido Bazzoni, che prosegue: "Il Pdl naturalmente comprende anche la ex componente di An che purtroppo in Comune a Ravenna è confluita tutta in Fli. Bucci e Costa dovrebbero quindi responsabilmente abbassare i toni e comprendere le motivazioni politiche che hanno indotto la stragrande maggioranza del gruppo dirigente ad indicarmi il nome di Nereo Foschini. Questa indicazione è quella che confermo e che ho trasmesso al Coordinamento regionale ed a quello nazionale per le determinazioni conclusive. Sono sicuro che i consiglieri comunali Costa e Bucci ed anche gli altri vorranno prendere serenamente atto della legittimità delle mie scelte".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -