Ravenna, elezioni. Foschini (Pdl) attaca: "Matteucci a braccetto con FLI"

Ravenna, elezioni. Foschini (Pdl) attaca: "Matteucci a braccetto con FLI"

RAVENNA - "Apprendo con stupore che il sindaco Fabrizio Matteucci è stato invitato nella sede provinciale di Futuro e Libertà dal candidato sindaco di quel partito, Gianluca Palazzetti. Questo per dimostrare, hanno detto Matteucci e Palazzetti, che in campagna elettorale ci sarà ‘confronto corretto' e ‘rispetto reciproco'".

 

Lo dichiara il candidato sindaco di PdL e Lega Nord Nereo Foschini. "Mi sembra di sognare - spiega -. Rispetto, tolleranza, democrazia, libertà: chi pratica questi valori, non ha bisogno di predicarli. E se li ostenta, evidentemente non si sente tanto sicuro delle proprie radici. D'altronde, da dove vengono Matteucci e Palazzetti? Discendono da due ideologie totalitarie che hanno fatto della distruzione - non di rado anche fisica - dell'avversario uno dei cardini del loro agire politico. Con questa manfrina, dunque, pensano di legittimarsi reciprocamente? Io credo invece che abbiano la cosiddetta coda di paglia e parecchi scheletri negli armadi. Non solo in quelli della storia, ma anche in quelli della politica: è risaputo ormai che il partito di Fini è la stampella sulla quale si appoggia il Pd nei momenti di difficoltà".

 

"Ma voglio concedere la buona fede all'ingenuo Palazzetti, mi sembra un ragazzo a posto, uno lontano da inciuci e intrallazzi. Però, in tal caso, ha sbagliato lo stesso, è in colpa grave: la campagna elettorale non si fa a braccetto con l'avversario politico. Che non è un nemico ma resta pur sempre avversario. E' inopportuno. Mi dispiace ma "il giovane sindaco per Ravenna" deve ancora crescere, non ha ancora la maturità necessaria per proporsi a guidare una città importante e complessa come la nostra. Solo l'esperienza evita certi errori della giovinezza..."

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -