Ravenna: falso ideologico e truffa, condannato ex ingegnere

Ravenna: falso ideologico e truffa, condannato ex ingegnere

Ravenna: falso ideologico e truffa, condannato ex ingegnere

RAVENNA - Doveva rispondere dell'accusa di falso ideologico e truffa. Ancora una condanna per l'ex ingegnere capo del Comune di Brisighella, Giorgio Ragazzini. Il tribunale collegiale di Ravenna, presieduto da Roberto Evangelisti (a latere Monica Galassi e Francesca Zavaglia), gli inflitto una pena di due anni e due mesi di reclusione. Inoltre sono state riconosciute tre provvisionali: 35mila euro per la regione Emilia Romagna, 10mila euro per il Comune di Brisighella e 15mila euro per la famiglia Lelli-Cappelli.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'imputato era accusato di aver falsificato i documenti di regolare esecuzione dei lavori per due caseggiati del Comune, in via Maglioni ed in via Cova a Brisighella, ma nella realtà non venne effettuato alcun intervento. Ragazzini era difeso dagli avvocati Luigi Stortoni e Sergio Monelli. La Regione, invece, era rappresentata dall'avvocato Gabriele Sangiorni; la famiglia dall'avvocato Lorenzo Valgimiglia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -