Ravenna Festival, viaggio nell’Europa musicale dal Rinascimento al Barocco

Ravenna Festival, viaggio nell’Europa musicale dal Rinascimento al Barocco

RAVENNA - Giovedì 10 luglio alle ore 21, nella Basilica di San Vitale, primo di due appuntamenti con uno dei grandi interpreti mondiali della musica antica. Jordi Savall e l'ensemble Hespèrion XXI presentano un viaggio nell'Europa musicale dal Rinascimento al Barocco.
 
Per secoli l'unione europea s'è fatta più con l'arte che con la politica, grazie a una continua circolazione di idee, linguaggi, musiche e musicisti che se da un lato hanno stabilito quei canoni linguistici che ancora oggi formano le molteplici identità musicali del continente, dall'altro lato hanno perseguito l'ideale di una réunion des goûts in cui il fior fiore di ogni tradizione nazionale potesse contribuire alla formazione di una lingua musicale comune. È questo il senso del programma musicale presentato da Savall e dai suoi "compagni di strada" di Hespèrion XXI: un percorso che prende avvio dalle recercadas spagnole di Diego Ortiz (1510-1570), per poi proseguire nell'Inghilterra di John Dowland (1563-1626) di cui verrà eseguita la celebre pavana Lachrimae. Di seguito, la gaiezza delle danze portoghesi e italiane, cui faranno seguito i severi contrappunti dei tedeschi (con musiche di Froberger e J.S. Bach) fino a raggiungere la Francia di Marin Marais (1656-1728; forse alcuni ricorderanno il film Tutte le mattine del mondo, con le musiche di Savall e Gérard Depardieu a interpretare Marais).
 
 
A rappresentare l'ensemble Hespèrion XXI, complesso di punta della musica antica fondato da Jordi Savall nel 1974, la cui formazione varia continuamente in ragione dei repertori eseguiti, un trio di grandissimo valore capitanato dallo stesso Jordi Savall in veste di direttore e alla viola da gamba. Savall vanta ormai trent'anni anni di ricerca e studio sia come violista che come direttore. fondatore assieme al soprano Montserrat Figueras di Hespèrion, La Capella Reial de Catalunya, Le Concert des Nations, pluripremiato, con un'intensissima attività concertistica (140 concerti l'anno) e discografica (sei ogni anno per un totale attuale di più di 170 cd): è uno di quei musicisti talmente conosciuti al grande pubblico da rendere superflua qualsiasi parola di lode nei suoi confronti. Accanto a Savall, due interpreti d'eccezione: Xavier Díaz Latorre (vihuela e chitarra) vanta diversi premi internazionali d'interpretazione in Spagna e in Francia, e dal 1995 svolge anche un'intensa attività nel mondo dell'opera barocca nei più importanti teatri del mondo, coi direttori più rinomati e con i migliori ensemble dediti alla musica antica. Partecipa regolarmente ai più importanti festival internazionali in Europa, Stati Uniti, Sud America e Corea del Sud, e ha all'attivo numerose incisioni per Alia Vox, Deutsche Harmonia Mundi, e altre etichette di rilievo. Andrew Lawrence-King (arpa doppia), è un vero e proprio virtuoso dell'arpa barocca, e uno dei più importanti musicisti di musica antica del mondo, oltre che direttore creativo e ispirato che dirige da diversi strumenti (inclusi arpa, organo, cembalo e salterio), dedito all'opera e all'oratorio barocchi (alla Scala, alla Sydney Opera House, Philharmonie di Berlino, Konzerthaus di Vienna, Carnegie Hall di New York). Collabora regolarmente coi principali ensemble specialistici europei oltre che col proprio Harp Consort. Marinaio appassionato, Andrew ha un certificate di Ocean Yachtmaster della Royal Yachting Association, e trascorre la maggior parte del suo tempo libero a bordo della sua barca Continuo.

Info: 0544 249244 - www.ravennafestival.org

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -