Ravenna: Film sui lavoratori precari, Cisl in lite coi produttori

Ravenna: Film sui lavoratori precari, Cisl in lite coi produttori

Ravenna: Film sui lavoratori precari, Cisl in lite coi produttori

RAVENNA  - La Cisl di Ravenna commissiona un film sul precariato, ma poi non salda il conto con la produzione: l'accusa viene da  Giacomo Roversi, il titolare della Lsd Moviez che ha realizzato per conto del sindacato un mediometraggio sulle disavventure di una neolaureata in cerca di lavoro. Il caso è stato presentato giovedì nel corso di una conferenza stampa del Pdl. ""Il nostro coinvolgimento punta a una soluzione ragionevole della vicenda", spiega il capogruppo Eugenio Costa.

 

"Siamo amareggiati e dispiaciuti perche' avevamo fiducia nel sindacato", dice Roversi. Secondo i conti dei produttori dei 20 mila euro di costi vivi effettivamente sostenuti per i due mesi di produzione, in cui troupe e attori hanno lavorato anche 11-12 ore di seguito, e' stato chiesto solo un rimborso spese di settemila euro.

 

Pagate solo in parte, sostiene Roversi: resta una fattura insoluta di duemila euro. Al fianco della Lsd moviez si sono subito schierati esponenti locali di Fi-Pdl, che hanno esposto i termini della questione con il titolare della societa', in conferenza stampa. "Non critichiamo il sindacato in se', ma un metodo, il tema delmediometraggio e' il dramma del precariato" dice il vice-coordinatore De Carli.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La versione della Cisl, pero', e' diversa, secondo cui quei 2.000 euro non erano dovuti, in quanto la cifra pattuita sarebbe stata di 5.000 euro. Fatto sta che si litiga sul precariato e il film sarebbe dovuto essere pronto gia' a marzo 2008. Invece e' stato consegnato giusto in tempo per il congresso della Cisl e il sindacalista avrebbe voluto presentarlo in quell'occasione. Ma non ha potuto nemmeno allora, perche' eragia' arrivata la diffida a usarlo per via della fattura non pagata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -