Ravenna, finanza nelle scuole per educare alla legalità

Ravenna, finanza nelle scuole per educare alla legalità

Ravenna, finanza nelle scuole per educare alla legalità

RAVENNA - Educazione alla legalità. E' questo il nome del progetto, ma anche lo scopo degli incontri con i ragazzi delle scuole primarie e secondarie della Provincia di Ravenna, che la Guardia di Finanza ha organizzato e da qualche tempo avviato, mettendo a disposizione dei giovani studenti le proprie esperienze maturate sul campo della lotta al traffico delle sostanze stupefacenti e le conoscenze sui devastanti effetti delle droghe sulla persona.

 

Il massiccio evento, capitanato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna che ha coinvolto ben 33 istituti scolastici e che si è rivolto alla bellezza di oltre 4.500 studenti nell'arco degli scorsi sei mesi scolastici, ha avuto come intento dichiarato quello di unirsi alle famiglie, alle scuole ed alle altre istituzioni nel mettere in guardia i giovani sui seri rischi collegati all'assunzione di ogni tipo di sostanza stupefacente.

 

Un segnale forte che proviene da una forza di polizia, quale la Guardia di Finanza, quotidianamente impegnata nella repressione dei traffici illeciti con personale altamente specializzato, che per l'occasione verrà messo a disposizione degli istituti scolastici e dei loro studenti, per ogni chiarimento o approfondimento sul tema. Investire sulla prevenzione. E' stata questa la mission degli incontri educativi, nel corso dei quali sono stati proiettati una serie di filmati, su supporto digitale, che illustrano scene di vita quotidiana in relazione alle quali, con un linguaggio calibrato all'età dei cittadini più giovani, sono state fornite informazioni concernenti i pericoli provocati dall'assunzione delle droghe.

 

Al termine della proiezione è stata promossa la partecipazione degli studenti ad una discussione circa le conseguenze negative causate dall'uso di stupefacenti. L'ultima fase dell'incontro è articolata su una dimostrazione, da parte delle unità cinofile in forza al Comando Provinciale di Ravenna, delle tecniche di indagine che portano, nei diversi scenari operativi, alla scoperta della sostanza stupefacente occultata nei bagagli dei viaggiatori, oppure all'interno delle autovetture o, altresì, nascosta sulla persona. L'iniziativa rappresenta un contributo, sul fronte della informazione e della prevenzione, che la Guardia di Finanza desidera offrire alla collettività consapevole della sua importanza soprattutto nell'ottica di una sempre più efficace azione di contrasto repressiva del fenomeno.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -