Ravenna, fioriere in mosaico anche in via Corrado Ricci

Ravenna, fioriere in mosaico anche in via Corrado Ricci

Ravenna, fioriere in mosaico anche in via Corrado Ricci

RAVENNA - Venerdì alle ore 18.30 di fronte alla alla Ca' de Vèn, alla presenza del Sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci e dell'Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Ravenna Andrea Corsini, verrà inaugurato il nuovo arredo urbano di via Corrado Ricci nell'ambito del "Progetto di arredo urbano per le vie del centro storico della città", avviato dal Servizio Strade del Comune di Ravenna in collaborazione con il Corso di Mosaico del Liceo Artistico "Nervi-Severini".

 

Dopo via Mazzini, via IV Novembre e via Cavour,  le fioriere con mosaici andranno a caratterizzare anche questa storica via del centro grazie al lavoro degli studenti d'arte e al finanziamento complessivo di 130mila euro derivante da POR FESR per un progetto più vasto denominato "archeologia a Ravenna".

 

Per le fioriere di via Corrado Ricci si è optato per una forma autorevole che accompagni la base "a scarpa" di uno dei Palazzi più imponenti della via. Tra i decori progettati dagli allievi è stato scelto quello che richiama gli elementi geometrici che l'architetto Arata aveva progettato come moduli compositivi per Palazzo Rasponi, ai quali l'allieva Anna Togni si è ispirata. Nelle fioriere saranno inserite piante di alloro nel rispetto della zona del silenzio dantesca.

 

A tutt'oggi le fioriere, realizzate con vari materiali di pregio, sono: 105 in via Cavour, 54 in via IV Novembre, 91 in via Mazzini, 16 in va Argentario, una alla Stazione Ferroviaria; alcuni vasi con basamento monumentale sono collocati della Cripta Rasponi in Piazza S.Francesco.   Gli alunni, coordinati dal dirigente Marcello Landi e dagli insegnanti Elena Pagani e Felice Nittolo, si sono attivati per le operazioni di rilievo, ricerca, progettazione e realizzazione dei manufatti, in terraforte toscana, eseguiti in collaborazione con la fornace Francesco Del Re di Tavarnelle Val di Pesa, in Toscana, con la mediazione dell'Azienda Carlo Galassi di Alfonsine, che ha consentito il connubio tra la manualità dei Maestri Mosaicisti ravennati e quella dei Maestri Vasai della tradizione artigianale fiorentina. Gli studenti stessi sono andati personalmente alla fornace, dove hanno inciso i vasi, che poi sono stati inviati a scuola, per l'inserimento della decorazione in mosaico.

 

Il Progetto di arredo aurbano nelle vie del centro è iniziato nel 2005 attraverso una convenzione fra la scuola d'arte e il Comune che si è fatto carico dell'acquisto delle fioriere, e dei relativi materiali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scuola ha fornito gratuitamente, con finalità esclusivamente didattiche, la  cura del progetto delle fioriere, l'adeguamento dei manufatti ai diversi contesti di ogni strada, nonchè  la scelta delle essenze da porre a dimora, e dei decori musivi realizzati dai ragazzi. Dopo via Ricci, il lavoro degli studenti del Severini proseguirà con la progettazione e la realizzazione di altri tipi di fioriera, da collocare in via Cairoli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -