Ravenna, Francesca e Lorenzo. I nuovi vertici della Consulta dei giovani

Ravenna, Francesca e Lorenzo. I nuovi vertici della Consulta dei giovani

Ravenna, Francesca e Lorenzo. I nuovi vertici della Consulta dei giovani

RAVENNA - Francesca Romano, che frequenta la quinta B della scuola elementare Monsignor Morelli, e Lorenzo Gardini, della seconda media della scuola San Vincenzo De Paoli, sono la presidente e il vicepresidente della Consulta dei ragazzi e delle ragazze attiva per l'anno scolastico 2010 - 2011. Francesca e Lorenzo sono stati eletti venerdì mattina, nel corso della seduta di insediamento della Consulta, che si è tenuta in municipio. Era presente il sindaco Fabrizio Matteucci.

 

>LE IMMAGINI DELLA CONSULTA, fotoservizio di Massimo Argnani

 

Il sindaco, che è "Difensore ideale dell'infanzia", nominato dall'Unicef, ha ricordato come sia suo preciso dovere difendere e tutelare i diritti dei bambini e delle bambine, cittadini di Ravenna a pari titolo degli adulti. C'era inoltre Bice Evoli Rosetti, presidente della sezione provinciale Unicef di Ravenna, che per l'occasione ha presentato le attività dell'Unicef sulla condizione dell'infanzia. La riunione è stata anche l'occasione per celebrare il 21° anniversario della firma della Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia, che ricorre sabato.

 

Prima dell'elezione di presidente e vicepresidente i ragazzi che desideravano candidarsi hanno esposto i loro programmi. Francesca Romano - la seconda bambina eletta presidente - ha tra l'altro proposto l'organizzazione di un ‘Quizzettone', che metta alla prova in maniera divertente le abilità dei bambini, e di gite culturali. Lorenzo Gardini ha puntato l'attenzione sulla necessità di promuovere le attività sportive e preservare le zone verdi.

 

Presidente e vicepresidente sono convocati il 21 gennaio in Provincia, per la presentazione del progetto regionale "Concittadini", che vedrà coinvolta la Consulta. Quest'ultima sarà poi il 26 gennaio al teatro Alighieri, per assistere a uno spettacolo organizzato in occasione del Giorno della Memoria.

 

La Consulta dei ragazzi e delle ragazze, costituita per la prima volta nel 1999, vede il coinvolgimento di 86 ragazzi e ragazze - 43 effettivi che partecipano a tutte le sedute e 43 supplenti coinvolti in alcune attività - eletti dai compagni nelle oltre 40 scuole del nostro territorio fra gli alunni di quarta e quinta elementare e fra quelli delle medie.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -