Ravenna: fuochi pirotecnici e preoccupazione al concerto del Festival

Ravenna: fuochi pirotecnici e preoccupazione al concerto del Festival

Ravenna: fuochi pirotecnici e preoccupazione al concerto del Festival

RAVENNA - Botti e fuochi pirotecnici di festa diventano motivo di preoccupazione alla fine del concerto che ha aperto la ventesima edizione del 'Ravenna Festival'. Nell'area antistante la sede dell'Autorità Portuale, l'orchesta Zefiro ha presentato tre brani di Handel. Ma dopo, nella sconda parte del concerto, come previsto il cielo si è acceso dei sempre spettacolari fuochi di artificio. Tuttavia, con un imprevisto: coriandoli incandescenti sono caduti sul pubblico.

 

Niente di grave, solo alcune leggerissime scattature, un po' di preoccupazione per i costosi vestiti indossati. Un musicista dal palco non ci ha pensato due volte ed è fuggito, ma non per sé stesso, ma per mettere al riparo il suo costoso strumento. Poche le persone che hanno lasciato l'evento. Dopo il fuoriprogramma "pirotecnico" la serata è proseguita senza ulteriori difficoltà. A smorzare l'episodio e a trasformarlo in un momento di ilarità generale è stato il maestro Bernardini, direttore della Zefiro, con una battuta dal palco.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -