Ravenna, fuoco del PdL su Ancisi: "Si dimetta da presidente commissione d'inchiesta"

Ravenna, fuoco del PdL su Ancisi: "Si dimetta da presidente commissione d'inchiesta"

Gianguido Bazzoni-2

RAVENNA - "Se Ancisi ha un po' di dignita' politica si dimetta dall'incarico". E' l'intervento secco del coordinatore provinciale Pdl, Gianguido Bazzoni, all'indomani  dell'elezione di Alvaro Ancisi a presidente della commissione d'indagine sul disavanzo nel bilancio del Consorzio dei servizi sociali. "Ancora una volta dobbiamo prendere atto che chi si vanta di fare strenua opposizione alla sinistra, finisce poi per scenderci a patti- attacca- da oggi sappiamo da che parte sta Ancisi: finalmente si gioca a carte scoperte".

 

Il fatto che la maggioranza ha votato compatta il consigliere civico, secondo Bazzoni, dimostrerebbe che "la sinistra, ancora una volta, ha deliberatamente ignorato e in maniera arrogante l'esistenza di una minoranza consiliare alla quale spettava, unicamente, la scelta del presidente della commissione". La possibilita' di votare per il candidato presidente, insomma, spettava soltanto all'opposizione.

 

"Al di la' dell'interpretazione del regolamento che ha dato alla maggioranza la possibilita' di votare", spiega Bazzoni, in sostanza dimostra come "la sinistra abbia tutto l'interesse a mettere a capo della commissione una persona che in questa partita si sta comportando piu' come uomo del Pd che come consigliere di opposizione". Dall'altra parte, il vicecapogruppo di Lista per Ravenna, Giancarlo Frassineti, fa notare che "l'elezione di Ancisi ha prodotto reazioni fuor di misura da parte dei gruppi consiliari Fi-Pdl e An-Pdl", e ricorda agli stessi gruppi che una volta "riposte le immotivate e risibili esternazioni nei confronti di chi dal primo cittadino viene definito l''oppositore piu' intransigente', possa e debba fornire un contributo importante, qualificato, al lavoro che la commissione d'indagine

intraprendera', nel comune interesse cittadino".

 

Intanto, il consigliere civico Gianfranco Spadoni (Spadoni per Ravenna) avverte sul rischio di "far passere in secondo piano l'intricata questione del buco di bilancio". A proposito di cio' che e' avvenuto in aula, osserva che "la bagarre, artatamente preparata nei dettagli, non ha fatto emergere un Pdl sostanzialmente unito, ma, invece, composto da due partiti attualmente assieme in cui gli esponenti di uno in particolare, hanno messo in luce rigurgiti di una storia passata rispetto alla quale andrebbero prese le debite distanze". Infine, Spadoni fa sapere che, "su questa disdicevole parentesi di vita istituzionale legata all'ultimo consiglio comunale, esprimo solidarieta' ad Alvaro Ancisi per gli attacchi ingiustificati". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -