Ravenna: GialloLuna NeroNotte, giornata in rosa

Ravenna: GialloLuna NeroNotte, giornata in rosa

RAVENNA - Dopo l'inaugurazione della mostra dedicata a "Dylan Dog", il Festival GialloLuna NeroNotte di Ravenna entra nel vivo con il primo degli incontri con gli autori. O meglio con le autrici, visto che le protagoniste dell'appuntamento in programma venerdì 26 settembre alle ore 18 a Casa Melandri (via Ponte Marino) sono Paola Barbato, anche sceneggiatrice del fumetto di Dylan Dog, e Angela Capobianchi.

 

In serata, ore 21, ci si sposta poi al Teatro Socjale di Piangipane per il concerto della formazione tutta femminile "Sax Appeal Quintet", che presenterà un repertorio con le più celebri composizioni di alcuni grandi maestri italiani e stranieri, quali Nino Rota, Ennio Morricone, Stelvio Cipriani, Riz Ortolani, Nicola Piovani, George  Gershwin, Leonard Bernstein, in arrangiamenti originali.

 

Paola Barbato. Nata a Milano nel 1971, oggi vive a Verona. Sceneggiatrice del fumetto di Dylan Dog da oltre dieci anni (a lei si devono alcuni degli albi più interessanti degli ultimi anni), la Barbato ha esordito in narrativa nel 2006 con un romanzo, Bilico, che ha riscosso un enorme successo e l'apprezzamento di numerosi critici. Una trama definita da Giuseppe Genna, che di intrecci se ne intende, "pazzesca" insieme a un personaggio femminile decisamente sui generis (Giuditta Licari) hanno fatto la fortuna di questo thriller italiano, con tanto di serial killer, davvero mozzafiato. E non basterà, nello sviluppo della vicenda, capire chi è il "seviziatore": resta infatti da capire perché l'assassino agisce, ovvero sarà necessario entrare nei meandri della sua mente, inevitabilmente folle. Nel 2008, la Barbato torna in libreria, ancora per Rizzoli, raccontando un mondo quanto mai misterioso, ma purtroppo reale, un incubo nascosto ma non per questo meno spaventoso: quello dei combattimenti clandestini. In Mani nude, infatti, la scrittrice racconta la cruda e crudele storia di Davide Bergamaschi, giovane di buona famiglia che dopo un rave party si ritrova immischiato in un mondo di folle violenza. Al momento, Paola Barbato sta lavorando alla sceneggiatura di una fiction televisiva per Sky. E' inoltre la presidente dell'associazione Mauro Emolo Onlus che si occupa di persone affette da una malattia neurodegenerativa chiamata Corea di Huntington.

 

Come il suo personaggio Carolina Cordi, Angela Capobianchi è avvocato. Ha praticato per anni la professione, prima di abbandonarla per le gioie della maternità e, si augurano i lettori, della scrittura. Nata e tutt'ora residente a Pescara, Angela Capobianchi ha pubblicato il suo primo giallo Le ragioni del Lupo (Di Renzo Editore, Roma) nel 1998, mentre nel 2001 si è aggiudicata il prestigioso premio Gran Giallo Città di Cattolica con il racconto Delitto alle Terme, pubblicato nella collana "Il Giallo Mondadori". È invece del 2006 il suo romanzo forse più noto e compiuto I giochi di Carolina (Piemme, Casale Monferrato), dove appunto protagonista è Carolina Cordi, affascinante avvocato quarantenne alle prese con un'intricata vicenda che la riporta fino al suo passato di fanciulla e bambina, quando ancora il suo adorato padre era in vita. Un'indagine a ritroso nei ricordi di un personaggio complesso e per nulla scontato, a tratti spigoloso, dove omicidi efferati punteggiano una trama fatta di suspense e colpi di scena, ma anche di indagine profonda e psicologica sul passato e sulle scelte di Carolina. Un vero thriller che utilizza il cliché della bambola per incutere nel lettore (e nella protagonista) una paura autentica ed essenziale per spingere l'introspezione e la ricerca fino a quegli angoli nascosti della memoria che possono fare più male. Insomma, Angela Capobianchi è senza dubbio un'autrice da tenere d'occhio e di cui attendere il prossimo "incubo". Il romanzo I giochi di Carolina è stato tradotto in Olanda, mentre Le ragioni del Lupo è stato pubblicato in Germania.

 

Il Sax Appeal Quintet è formato da musiciste, appassionate di musica e di cinema, che, sia singolarmente sia in varie formazioni da camera, svolgono da oltre 10 anni un'intensa attività concertistica affermandosi in Europa e in alcuni paesi extraeuropei, con esibizioni nei più prestigiosi teatri in Svezia, Portogallo, Egitto, Germania, Francia, Grecia, Azerbaijan, Taiwan, Brasile, Marocco, Libano, Libia, Siria, Nigeria, Indonesia. 
Le musiciste che formano il quintetto (Deborah Vico, sassofono, Laura Barcelli, violino, Federica Torbidoni, flauto, Cecilia Amadori, violoncello, Franca Moschini, pianoforte) vincitrici di concorsi nazionali ed internazionali, hanno frequentato corsi di perfezionamento e seminari con i più celebri maestri in campo internazionale.

 

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per informazioni: tel. 339.2878147   https://www.gialloluna.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -