Ravenna: giovane in fin di vita per un paraurti ammaccato. Due arresti

Ravenna: giovane in fin di vita per un paraurti ammaccato. Due arresti

RAVENNA – In fin di vita per un paraurti ammaccato. L’altra notte una Bmw ha urtato una Citroen C2 durante un sorpasso. I due automobilisti hanno deciso di risolvere l’episodio amichevolmente e il giorno successivo si sono presentati da un carrozziere in via Trieste a Ravenna. Qui è nato un diverbio sulla cifra della riparazione (350 euro) scaturito in una rissa, con il conducente della C2 colpito con calci, pugni e pietre: ora si trova ricoverato in gravissime condizioni.


Il conducente della Bmw, un 25enne palermitano ma residente in provincia di Gorizia, una volta appresa la cifra richiesta dal carrozziere per riparare il danno è andato in escandescenza. Per convincere il conducente della Citroen, un 33enne di Gela residente a Punta Marina, è stato poi aggredito da un uomo di 47 anni, collega di lavoro del 25enne, con calci e pugni: sul malcapitato si è poi avventato anche il figlio del collega, un ragazzo di 26 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due hanno colpito il conducente della Citroen con una spranga e alcune pietre: a nulla è servito l’intervento del fratello della vittima per evitare il peggio. Inutile l’arrivo sul posto della prima volante della polizia e il colpo di pistola sparata da uno degli agenti per tentare di fermare la rissa. Ci è voluto l’intervento di un’altra pattuglia per placare gli animi e arrestare il padre e il figlio responsabili dell’aggressione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -