Ravenna: giovane morto al porto, due assoluzioni

Ravenna: giovane morto al porto, due assoluzioni

Ravenna: giovane morto al porto, due assoluzioni

RAVENNA - Due assoluzioni per la morte sul lavoro di Luca Vertullo, l'operaio di 21 anni rimasto ucciso nel settembre del 2006 nella motonave ‘Espresso Catania'. Il giudice Piero Messini D'Agostini ha assolto per non aver commesso il fatto Mario Padroni, responsabile del Servizio di prevenzione e protezione della Compagnia Portuale, e Vincenzo Trestino, primo ufficiale e soprattutto responsabile del Servizio di prevenzione e protezione dell'Espresso Catania.

 

A Padroni, lo scorso luglio, era stata esclusa qualsiasi responsabilità nella sciagura in capo alla Compagnia Portuale. All'udienza preliminare aveva già patteggiato la pena di dieci mesi di reclusione con la condizionale il comandante dell'Espresso Ravenna. Per la morte del giovane, al processo con rito abbreviato, il gip aveva pronunciato sentenza di condanna a carico di tre imputati. Tutti gli altri erano stati assolti. Contro gran parte delle assoluzioni il pm Cristina D'Aniello presenterà appello.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -