Ravenna,gli industriali: "Diventare la città dell'energia"

Ravenna,gli industriali: "Diventare la città dell'energia"

Ravenna,gli industriali: "Diventare la città dell'energia"

RAVENNA - "L'invito molto forte per un ragionamento unitario, fatto ieri dalla nostra presidente, Emma Marcegaglia, qui lo stiamo gia' attuando. Ci stiamo confrontando con le altre forze economiche e sociali per costruire il futuro di questo territorio". Lo afferma il direttore di Confindustria Ravenna, Marco Chimenti all'indomani dell'assemblea nazionale degli industriali, presentando il documento "Ravenna: una nuova sfida per il futuro", che dopo essere stato studiato assieme ai sindacato, intraprendera' un iter politico-amministrativo.

 

"Lo presenteremo ai consiglieri regionali eletti in questa circoscrizione", spiega il direttore. Chimenti fa anche sapere che il 7 luglio, all'assemblea annuale di Confindustria Ravenna, partecipera' il presidente della Camera, Gianfranco Fini. Ed ecco quali sono alcune priorita', secondo gli industriali della citta' bizantina, "per lo sviluppo delle imprese e l'attrazione di investimenti": per quanto riguarda il manifatturiero, Ravenna dovrebbe "mettere a disposizione terreni a prezzi agevolati, contenere gli oneri di urbanizzazione ed offrire servizi infrastrutturali di rete a condizioni promozionali".

 

Ma anche "affermare il concetto di Ravenna citta' dell'energia, legando tra loro la vocazione verso le fonti energetiche tradizionali e quella verso la green economy e le fonti rinnovabili". Per quanto riguarda le infrastrutture, poi, Confindustria spiega che "per competere con i territori forti del Paese e dell'Europa, occorre un sistema portuale, una rete viaria e ferroviaria adeguata, nonche' servizi pubblici efficaci ed adeguati".

 

Sul ruolo del pubblico, il vicepresidente, Tomaso Taroni, fa un appello al sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci: "Io ho un sogno: riuscire a far capire al nostro sindaco l'urgenza di avere un'amministrazione efficace e competitiva come le nostre aziende". E allo stesso modo, anche i sindacati dovrebbero essere piu' pragmatici: "I sindacati sono un interlocutore cruciale per far evolvere l'organizzazione delle nostre aziende. Ma anche qui c'e' bisogno di piu' efficacia e velocita' nel confronto". Tornando all'Amministrazione, pero', gli industriali fanno sapere di apprezzare lo sforzo che sta compiendo per la candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura: "E' un'occasione da cogliere per sviluppare una reale capacita' di fare network tra i vari attori del turismo". (Dire)

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -