Ravenna, Grandi e Frassineti (Udc): "Azioni a tutela del crocefisso"

Ravenna, Grandi e Frassineti (Udc): "Azioni a tutela del crocefisso"

RAVENNA - Durante la raccolta firme UdC a sostegno delle Istituzioni italiane per contrastare la volontà espressa nella sentenza pronunciata dalla Corte Europea dei diritti dell'uomo contraria all'esposizione del crocifisso nelle aule scolastiche molte sono state le sollecitazioni ricevute dei nostri concittadini ad intraprendere ulteriori azioni a tutela del Crocifisso.

 

Ci è stato, inoltre, segnalato che già in alcune scuole ne sarebbero stati rimossi.

Per questo invitiamo il Sindaco del Comune di Ravenna ed il Presidente della Provincia di Ravenna, ciascuno per l'ordine di scuola di propria competenza, a prendere gli opportuni provvedimenti, con l'emissione anche di ordinanze che prevedano sanzioni pecuniarie, al fine della conservazione del Crocifisso nelle aule scolastiche, in attesa dell'evoluzione del Ricorso in atto presentato dal Governo italiano avverso alla sentenza.

 

Molte Amministrazioni si sono attivate in tal senso: a titolo non esaustivo (le iniziative si stanno infatti moltiplicando) possiamo con certezza affermare che ad oggi hanno emesso ordinanze i Comuni di Loreto (AN), Ostra Vetere (AN), Priverno (LT), Roana (VI), Rossano Veneto (VI), Saluggia (VC), Sassuolo (MO), Scarlino (GR), Sezzadio (AL), Trivolzio (PV), Zibello (PR) Aiello Calabro (CS), Mairano (BS), Montesilvano (PE), Offagna (AN), Talanello (RN), Vibo Valentia (VV), Castrocaro (FC), Chiusa Sclafani (PA) Ascoli Piceno (AP), Ardea (RM), Asiago (VI), Badia Polesine (RO), Besana in Brianza (MB), Calsteldelci (RN), Cicciano (NA), Enna (EN), Fabbriche di Vallico (LU), Gallio (VI), Galzignano Terme (PD).

 

L'UdC continua a considerare il crocifisso come segno di unione e di accoglienza, simbolo universale e non confessionale, non di esclusione o di limitazione della libertà che va oltre i riferimenti della religione cristiana e che si erge a rappresentare i valori fondamentali e l'identità della nostra comunità nazionale, perfettamente compresi nel dettato Costituzionale: un'ordinanza in sua difesa costituirebbe un ulteriore segnale, concreto, per la stragrande maggioranza dei nostri concittadini.

 

Il segretario comunale UdC di Ravenna, Nicola Grandi

Il segretario provinciale UdC di Ravenna,Giancarlo Frassineti

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -