Ravenna, guida con patente greca contraffatta, ma è italiano: 29enne nei guai

Ravenna, guida con patente greca contraffatta, ma è italiano: 29enne nei guai

Ravenna, guida con patente greca contraffatta, ma è italiano: 29enne nei guai

RAVENNA - Aveva una patente greca completamente contraffatta. Ma con il piccolo particolare che ad esibire il documento è stato un cittadino italiano, che tra le altre cose non aveva nemmeno mai preso la residenza nello stato ellenico. E' così finito nei guai G.A.G, di 29 anni, che è stato denunciato dalla Polizia Municipale per concorso in contraffazione del documento di guida e dichiarazioni mendaci rilasciate alla motorizzazione ravennate.

 

E sempre gli agenti della Pm, Polizia Giudiziaria, a  seguito del rinvenimento di alcune carcasse di ciclomotori, risultati rubati, ha svolto una serie di indagini  nella zona dei ritrovamenti. Dalle quali è stato possibile individuare il presunto responsabile dell'accaduto in un ragazzo minorenne. Da successive perquisizioni in quella che era diventata una sorta di autorimessa gestita dal giovane e a seguito di decreto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna, sono state recuperate numerose parti di ciclomotori smontate nonché una targhetta che è stata fatta risalire ad uno dei ciclomotori rubati e rinvenuti nella zona di via Stromboli. Il minore è indagato per il reato di ricettazione.

 

Recentemente, altri interventi dell'ufficio Polizia Giudiziaria hanno permesso di individuare e denunciare all'Autorità Giudiziaria quattro minorenni ravennati i quali, in due distinti episodi, si erano resi responsabili di furti messi a segno in due supermercati della città.

In un caso il personale della P.M. era stato allertato da personale del supermercato, insospettito dal fare dei ragazzi; nell'altro caso, invece, erano stati direttamente gli agenti, nel corso di servizi mirati in abiti borghesi, nella  zona del supermercato, a notare i giovani.

Oggetto dei furti, alcune bottiglie di liquore e confezioni di affettato.

Per tre dei quattro minorenni è scattata la denuncia all'Autorità Giudiziaria minorile mentre per il quarto solo una segnalazione in quanto minore degli anni 14 e quindi non imputabile.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -