Ravenna: i consigli di Hera per risparmiare acqua

Ravenna: i consigli di Hera per risparmiare acqua

RAVENNA - Il 22 marzo di ogni anno viene celebrata in tutto il mondo, dal 1993 su iniziativa delle Nazioni Unite, la Giornata Mondiale dell'Acqua.

Il tema di quest'anno - "Coping the water scarsity" - "Fronteggiare la scarsita` d`acqua" sottolinea la crescente rilevanza mondiale della scarsità d`acqua e la necessità di assicurare una gestione sostenibile, efficiente ed equa delle scarse risorse idriche.

 

Si stima che sul nostro pianeta vi siano circa 35 milioni di metri cubi d'acqua dolce. Di questi, 24 si trovano sotto forma di ghiacciai e nevi perenni e non sono perciò fruibili. Ne restano 11 milioni di metri cubi. Troppo pochi per soddisfare i bisogni dell'intera umanità. Il 18% della popolazione mondiale non ha accesso all'acqua potabile e il 40% non può contare sui basilari impianti sanitari. Ogni giorno, circa 6000 persone, per la maggior parte bambini, muoiono per cause legate all'acqua (la sua assenza o la sua carenza di igiene).

 E nonostante l'importanza di una risorsa così essenziale alla vita, l'acqua continua a essere sprecata e degradata in tutto il mondo.

 

Hera Ravenna organizza ogni anno specifiche attività di ricerca sistematica delle fughe di acqua sulle condotte con l'obiettivo di evitare sprechi e rendere più efficienti e sicure le reti di distribuzione.

Nel corso del 2008, la ricerca elettronica delle perdite di acqua ha interessato 619 km di condotte distribuite nei Comuni di Ravenna, Cervia, Lugo, Russi, Alfonsine, Bagnacavallo, Cotignola e Fusignano.

 

 

In particolare, nella zona di Ravenna sono stati controllati 319 km di rete e individuate 26 perdite. Nella zona di Cervia sono stati verificati 60 km di rete per un totale di 5 perdite riscontrate. Nei comuni della Bassa Romagna l'attività di ricerca ha coinvolto 240 km di rete e individuato 27 perdite (Lugo 5; Russi 0; Bagnacavallo 17; Cotignola 0; Alfonsine 4; Fusignano 1)

 

L'attività, svolta fra i mesi di febbraio e settembre 2008, ha permesso di localizzare e riparare un totale di 58 perdite ed evitare un significativo spreco di acqua, stimato in 19 litri al secondo pari a 1.641 litri al giorno e oltre 599.000 metri cubi all'anno. Si tratta della portata che serve ad alimentare annualmente un paese di circa 6.000 abitanti con un consumo medio pro-capite giornaliero di 250 litri circa.

 

Negli ultimi cinque anni, il Gruppo Hera ha investito quasi 500 milioni di euro per migliorare il sistema infrastrutturale afferente al ciclo idrico integrato. Accanto a consistenti investimenti volti a potenziare il sistema fognario-depurativo, si è intervenuto per ammodernare le reti dell'acquedotto e ridurne le perdite. Oggi, rispetto ad una media italiana del 42%, le perdite registrate dal gruppo sono del 24,7%

 

Per ribadire la necessità di riflettere sull'importanza della risorsa acqua e limitare gli sprechi, Hera Ravenna distribuirà gratuitamente  - fino ad esaurimento scorte - ad ogni utente che si recherà presso gli sportelli clienti di Ravenna, Lugo e Cervia nella giornata di lunedì 23 marzo, una borraccia ed un folder informativo specifico dedicato all'acqua ed ai consigli utili per risparmiarla e valorizzare quella fornita attraverso la rete idrica.

 

Infatti, oltre a limitare il forte impatto ambientale legato alle attività di imbottigliamento, trasporto e distribuzione dell'acqua in bottiglia  e garantire un risparmio annuo sui consumi pari a 250 euro, l'acqua del rubinetto possiede caratteristiche qualitative assolutamente comparabili alle acque minerali in commercio grazie alle attività di controllo effettuate nell'ambito delle varie fasi del ciclo idrico, dalla potabilizzazione alla depurazione al monitoraggio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre viene offerta agli utenti l'opportunità di calcolare i consumi virtuali di acqua legati alle attività di produzione e di commercio degli alimenti. L'acqua virtuale contenuta in un prodotto corrisponde al volume di acqua dolce utilizzata per realizzarlo e rappresenta la somma dell'acqua impiegata nelle varie fasi del processo. Per produrre una pizza ad esempio, servono 1.150 litri di acqua mentre ne sono necessari 40 per produrre una singola fetta di pane. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -