Ravenna, i consigllieri regionali del Pd Mazzotti e Fiammenghi aderiscano a 'Se non ora quando'

Ravenna, i consigllieri regionali del Pd Mazzotti e Fiammenghi aderiscano a 'Se non ora quando'

RAVENNA - "Domenica 13 febbraio dovrà essere una grande giornata per l'Italia". Inizia così la lettera di adesione del consigliere regionale PD Mario Mazzotti inviata al Comitato promotore della manifestazione di protesta indetta come "reazione e riscatto di un Paese intero che dice basta ad un sistema di potere e ad una cultura che colpendo la dignità delle donne, il loro ruolo, la loro identità colpisce le istituzioni e la stessa democrazia".

 

"Sto con le donne - aggiunge Mazzotti - perché ci sono in gioco i valori fondamentali su cui si fonda la nostra Democrazia; sto con le donne perché un Paese che rinuncia alla metà dei propri cittadini è un Paese senza futuro; sto con le donne perché mi sento offeso in quanto uomo dai comportamenti di chi umilia il ruolo istituzionale che ricopre e, offendendo la dignità delle donne, offende la dignità del paese che dovrebbe rappresentare."

 

Aderisce all'appello lanciato dal Comitato promotore ‘Se non ora quando' anche il consigliere regionale Miro Fiammenghi. "Anche a Ravenna, a Lugo e in tanti altri luoghi della provincia si stanno organizzando presidi e manifestazioni - ha affermato l'esponente del Pd -. Io sarà in piazza a fianco delle donne, dei giovani e di tutti coloro che credono nel riconoscimento pieno dei diritti di parità, nel lavoro e nella rappresentanza politica".

 

"La dignità è uno dei quei valori fondanti per i quali donne e uomini si sono battuti e si battono quotidianamente in nome di una democrazia vera - ha aggiunto -. Si tratta di valori che oggi sono messi in grave pericolo e che tutti noi dobbiamo invece tutelare".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In queste settimane il Pd ha lanciato una campagna perché si apra una fase nuova nel nostro Paese - ha continuato Fiammenghi -. Viviamo un momento di emergenza democratica e sociale evidente e pesante. Per questo ritengo sia necessario unire le forze sane del Paese. La raccolta di firme lanciata dal Pd a sostegno della richiesta di dimissioni di Berlusconi sta ottenendo uno straordinario successo. Nel nostro Paese si deve avviare una face costituente che affronti contemporaneamente anche le gravi questioni economiche e sociali che stiamo vivendo quotidianamente e che trovano nella protesta dei lavoratori della Vinyls, un esempio di portata nazionale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -