Ravenna, i Radicali: "E' ora di discutere del registro per il testamento biologico"

Ravenna, i Radicali: "E' ora di discutere del registro per il testamento biologico"

Ravenna, i Radicali: "E' ora di discutere del registro per il testamento biologico"

RAVENNA - "In otto citta' italiane, tra cui Roma e Torino, esiste gia' un registro per il testamento biologico, e in altri 30 Comuni se ne sta discutendo. E' il momento anche di Ravenna". A lanciare la proposta e' Cesare Sama, coordinatore di Ravenna Radicale, che ricorda come la citta' bizantina sia gia' distinta in altre occasioni "per le sue iniziative laiche, come nel caso del registro per le coppie di fatto".

 

Ora, a Palazzo Merlato, si potrebbe creare un registro dove raccogliere le ultime volonta' dei cittadini riguardo ad eventuali decisioni future sui trattamenti medici a cui essere sottoposti. "Sul tema c'e' grande attenzione da parte della gente- fa sapere Sama- e inoltre, qualora venisse approvata una legge iniqua (che potrebbe rendere nulle le dichiarazioni anticipate di trattamento, e dunque anche questi registri, ndr), l'esistenza dei testamenti potrebbe influire sul giudizio della Corte di cassazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -