Ravenna, i sindacati denunciano: "Tagli alle pulizie negli ospedali"

Ravenna, i sindacati denunciano: "Tagli alle pulizie negli ospedali"

Ravenna, i sindacati denunciano: "Tagli alle pulizie negli ospedali"

RAVENNA - "Ennesima beffa per i lavoratori e le lavoratrici del settore pulizia in provincia di Ravenna. Dopo i tagli prospettati dal ministro Gelmini sugli appalti storici delle pulizie nelle scuole arrivano i tagli alle pulizie negli ospedali". L'allarme viene lanciato Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti. "L'Ausl di Ravenna ha comunicato a Copura (appaltatrice dei servizi di pulizia degli ospedali, degli ambulatori decentrati e del Cmp della provincia di Ravenna) che dal primo di luglio c'è la necessità di tagliare anche del 50% alcuni servizi".

 

"Questo si tradurrà, non solo in una riduzione dell'orario di lavoro per 18 dipendenti Copura e il mancato rinnovo di 7 contratti a termine, che operano su tutta la provincia, ma altresì in una riduzione di servizi essenziali quali, appunto, la pulizia di reparti ospedalieri, dove la pulizia e l'igiene devono stare al primo posto per tutelare la salute dei cittadini malati che si rivolgono a queste strutture pubbliche", spiegano i sindacati.

 

"Queste scelte parrebbero andare nella direzione di volere abbandonare la strada della sanità pubblica e universale per una sanità privata per pochi, assecondando così i desideri di una certa parte politica. Il prezzo è così pagato solo dai soggetti più deboli: i cittadini malati utenti dell'Ausl, le lavoratrici ed i lavoratori di un settore, quello degli appalti, già profondamente penalizzante. I lavoratori e le rappresentanze sindacali unitarie, unitamente alle sigle sindacali di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti condannano fermamente la decisione dell'Ausl di operare in questo senso e chiedono anche ai cittadini di fare sentire la propria voce anche nei confronti degli amministratori locali. Non è accettabile che alcuni servizi così essenziali debbano essere tagliati senza prima considerare adeguatamente le conseguenze che un gesto del genere comporterà sulla salute dei cittadini e sulla dignità dei lavoratori coinvolti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -