Ravenna, i 'tarocchi' di Versace finiscono nelle mani della Finanza

Ravenna, i 'tarocchi' di Versace finiscono nelle mani della Finanza

Ravenna, i 'tarocchi' di Versace finiscono nelle mani della Finanza

RAVENNA - Continuano le operazioni anti-contraffazione della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Ravenna. Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle della Tenenza di Lugo hanno sequestrato un migliaio di capi d'abbigliamento quasi fedeli agli originali presso un noto magazzino di Fusignano. Tra i prodotti sequestrati spiccano marchi importanti tra cui "Versace", "Dolce & Gabbana", "Prada", "Cavalli", "Ferrè", "Hugo Boss", "Moncler", "Dkny", "Ralph Lauren", "La Martina".

 

Soddisfazione per l'operazione è stato espresso direttamente dalla Versace Spa. L'intervento dei militari ha permesso di scoprire infatti una truffa importante ai danni della casa stilistica. Nella circostanza, mediante l'acquisizione di documenti delle fatture comprovanti l'acquisito della merce Versace da parte di un ravennate presso un noto produttore toscano, è stato possibile individuare una produzione parallela dei capi portanti tale marchio.

 

L'individuo toscano, incaricato in passato dalla Versace per la produzione di alcuni vestiti in pelle, continuava a produrre la merce apponendo le etichette originali possedute senza rispettare tuttavia gli standard di qualità previsti dalla Versace e caratterizzanti le peculiarità che tale casa produttrice fornisce al consumatore finale. La merce era destinata al mercato dell'Est, dove la moda italiana risulta particolarmente ricercata.

 

Solo grazie all'intuito delle Fiamme Gialle è stato possibile rilevare la difformità tra etichetta riportante la griffe e l'etichetta interna riportante la composizione della merce. Impossibile per il cittadino riconoscerla come non originale. La Tenenza di Lugo ha segnalato quanto riscontrato ai competenti Reparti per gli eventuali sviluppi dell'indagine.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -