Ravenna, idraulico di giorno e spacciatore di notte

Ravenna, idraulico di giorno e spacciatore di notte

Ravenna, idraulico di giorno e spacciatore di notte

RAVENNA - Per arrotondare la busta paga da idraulico si era dato allo spaccio di droga. Un trentenne di Taranto è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Ravenna con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, incensurato fino all'arresto, è stato fermato nei pressi della Questura durante un servizio di controllo antidroga disposto dal Questore e trovato con un pacchetto di sigarette nel giubbotto contenente 10 grammi di eroina.

 

Le parole dette nell'immediatezza e l'agitazione che ha manifestato quando si è trovato davanti i poliziotti in borghese della Squadra Mobile hanno destato forti sospetti. Il controllo stradale si è concluso con la perquisizione della sua abitazione e la scoperta di un laboratorio casalingo per la sua attività parallela di spacciatore, una volta smessi i panni dell'idraulico. A casa nascondeva droga, materiale per il confezionamento e diverse bilance di precisione elettroniche.

 

Sono stati sequestrati complessivamente un etto di eroina, 30 grammi di cocaina, con circa tre etti di sostanza da taglio e denaro contante frutto dello spaccio. Grazie all'attività di suddivisione e confezionamento si potevano ricavare diverse centinaia di dosi da rivendere. Con l'arresto della Squadra Mobile è cessata l'attività di spaccio e chiuso il laboratorio artigianale. Pronto il procedimento per l'applicazione di un "avviso orale a cambiare condotta" da parte del Questore, nella speranza che non si dedichi più al "doppio lavoro" e torni a fare l'idraulico, dopo aver scontato il debito con la giustizia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -