Ravenna, il 2010 della Polizia Provinciale. Gianfrandi: ''Tassello fondamentale''

Ravenna, il 2010 della Polizia Provinciale. Gianfrandi: ''Tassello fondamentale''

Ravenna, il 2010 della Polizia Provinciale. Gianfrandi: ''Tassello fondamentale''

RAVENNA - E' stato presentato martedì mattina dal presidente della Provincia, Francesco Giangrandi, dal dirigente incaricato, Oscar Manzelli e dal comandante Lorenza Mazzotti il resoconto delle attività svolte nel corso del 2010 dal Corpo di Polizia Provinciale . "Abbiamo fatto della sicurezza, e di quell' ambientale e stradale in particolare, uno degli obiettivi principali della nostra azione amministrativa di questi anni", ha affermato Giangrandi.

 

>LE IMMAGINI DELLA CONFERENZA STAMPA, fotoservizio Rafotocronaca

 

"Il  Corpo della Polizia Provinciale - ha aggiunto - rappresenta, in quest' ambito, un tassello fondamentale. Lavoriamo in piena sintonia con le altre Forze dell'Ordine, sia statali che municipali, esprimendo nel contempo una capacità autonoma di intervento, così come dettata dalla legge statale e regionale, cercando di cogliere i bisogni più reali di sicurezza che esprime la nostra comunità e le tante persone che scelgono il nostro territorio per le loro vacanze e per trascorrere qui il loro tempo libero".

 

Nell'anno 2010 il personale del Corpo di Polizia Provinciale - l'organico operativo è costituito dal comandante, 6 ispettori e 19 agenti - ha svolto complessivamente 36.800 ore di attività ( 35.298 nel 2009) con 1.464 pattuglie ( 1.358 nel 2009). Quasi l'80 per cento del lavoro è stato assorbito da attività di polizia ambientale, ( 315 pattuglie , 4.530 ore) con particolare riguardo alle zone sottoposte a vincoli, ai parchi e zone protette, alle attività estrattive e controllo trasporto rifiuti e denunce per discariche abusive ( 5 verbali per trasporti di rifiuti illegali; 3 denunce per discariche abusive); polizia ittico- venatoria , principalmente nel periodo settembre - gennaio, 452 pattuglie per 6.654 ore, con il controllo di oltre 1.562 persone e 6 automezzi, 13 le notizie di reato trasmesse alla Procura della Repubblica, oltre 100 i sopralluoghi agli appostamenti fissi per verificare l'esistenza delle condizioni per il rilascio delle autorizzazioni; 390 i verbali emessi direttamente dal Corpo di polizia Provinciale, 107 dalle guardie volontarie e Corpo Forestale dello Stato ; polizia stradale (699 pattuglie, 10.908 ore) principalmente negli 815 chilometri delle rete viaria provinciale e nei 150 di strade ex statali, con il controllo di oltre 5.630 persone e mezzi , 1.306 verbali, con 23 notizie di reato per guida in stato di ebbrezza. Nel corso di questi controlli è stato verificato con test qualitativi il livello di alcol nel sangue di oltre 600 conducenti. E, inoltre , di polizia amministrativa per il coordinamento delle attività e degli atti .

Le rimanenti ore sono state dedicate alle attività istituzionali e organizzativo - gestionali:polizia giudiziaria,scorta al gonfalone, esercitazioni di tiro, formazione professionale.

Anche l'educazione alla sicurezza nelle scuole ha impegnato gli agenti: progetto etilometro - 24 interventi, coinvolti 800 ragazzi in 11 istituti; educazione ambientale: 53 interventi, 2.650 ragazzi in 25 istituti; patentino ciclomotore:34 interventi, 360 ragazzi in 7 istituti.

Nel 2010 il Corpo di Polizia Provinciale ha mantenuto gli standard previsti dalla legge regionale per le polizie locali che prevedono: dotazione organica adeguata, orario di servizio mensile non inferiore a 12 ore giornaliere e presenza della centrale operativa.

 

 

La Regione ha approvato il progetto, finanziato con 130mila euro, che si realizzerà quest'anno, finalizzato alla ristrutturazione della sede centrale del Comando di Polizia Provinciale sito in Via di Roma . Nel corso del 2010 sono state gestite le nuove autorizzazioni e coordinati tutti gli interventi di vigilanza relativi ai piani di controllo della fauna selvatica per limitare i danni provocati all'agricoltura. E' stato portato a termine il progetto svolto in collaborazione con la Regione e con le Polizie Municipali di azioni di contrasto alla guida in stato d'ebbrezza, migliorando il coordinamento operativo.

 

Nel corso dell'estate è stato svolto, in collaborazione con le altre Forze dell'Ordine e l'Azienda USL di Ravenna, il progetto "Drugs on street" che ha portato ad un incremento dei controlli su strada per contrastare la guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche e, in particolare, delle droghe.

 

Come stabilito da apposito regolamento provinciale, sono state approvate otto convenzioni con le associazioni, venatorie ed ambientaliste, per l'attuazione di servivi di vigilanza faunistico - venatoria da parte delle guardie volontarie, ed è stato attuato il coordinamento sul territorio di tutti gli organi di vigilanza.

 

E' stato realizzato l'Ufficio unico sanzioni intersettoriale che gestisce tutte le sanzioni amministrative elevate in materie di competenza della Provincia ( ambiente, strade, turismo,trasporti) con un conseguente risparmio di risorse e migliore utilizzo delle professionalità del Corpo. Tutta l'attività del Corpo viene svolta in stretta collaborazione con le altre Forze dell'Ordine e con il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.


Ravenna, il 2010 della Polizia Provinciale. Gianfrandi: ''Tassello fondamentale''

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -