Ravenna, il 6 gennaio la terza fiera del baratto e del riuso

Ravenna, il 6 gennaio la terza fiera del baratto e del riuso

Si svolge Giovedì 6 Gennaio dalle ore 10 alle 18 la Terza Fiera del Baratto e del Riuso, che arriva dopo il grande successo delle prime due edizioni, quando centinaia di persone hanno affollato gli stand di libero scambio. Sede dell'iniziativa sarà CittA@ttiva, il centro di Via Carducci 14, nei pressi della stazione, e i portici attigui.

Nella fiera del baratto non circolano soldi e tutto ha lo stesso valore: ogni oggetto si "compra" e si "vende" per un gettone, si tratti di un computer o un orsacchiotto.

 

I materiali da barattare si depositano all'eco-banca in cambio dei gettoni e gli organizzatori li espongono nei vari stand tematici: si possono conferire e trovare vestiti da adulto e bambino, libri, oggetti per la casa, giocattoli, scarpe...

Così funziona la Fiera del Baratto e del Riuso di Ravenna, che vede le partecipazione attiva di cittadini, scuole e associazioni ed è organizzata dalla cooperativa sociale Villaggio Globale.

 

Tra le iniziative collaterali i laboratori creativi dell'Università del Riuso che si terranno nel pomeriggio, al coperto e ad iscrizione gratuita, a cura di diverse associazioni del territorio. Renzo, Simona e Sara di "Geniali da piccoli" (La Lucertola) gestiranno un laboratorio di riuso creativo. Arte-fatti Clod coinvolgerà bambini e adulti in laboratori di riciclo dei nastri delle videocassette. L'associazione Aruna con Michela e Roberta porta i giochi di strada realizzati con materiali di recupero. Villaggio Globale propone la costruzione del Saltatappo, gioco semplice e divertente.

Ci sarà poi una lettura animata a cura del gruppo di lettura Jukebox.

Sempre nel pomeriggio, alle 16 avverrà un'asta di biciclette a sostegno della RicicloOfficina, il progetto che aggiusta le biciclette donate dalla Polizia Municipale e le rivende o regala a persone bisognose. Ad allietare il tutto, dalle 15 alle 18, intrattenimento musicale di Elisa e Caterina.

 

Da quest'anno c'è anche la possibilità, per chi viene da fuori, di dormire in B&B (Anastagi, Papaveri e Papere e Fleria) con la formula del baratto. Ovvero concordando con il gestore del b&b una forma di pagamento in oggetti o in lavoro.

Chi vuole può procurarsi dei gettoni extra collaborando come volontario alla Fiera del Baratto: serve infatti una bella squadra di volontari per allestire la fiera e per gestirla. Chi fosse disponibile a prestare qualche ora di tempo può contattare gli organizzatori al 335 1802940.

 

Nell'ultima edizione della Fiera del Baratto hanno dato il loro aiuto circa 40 volontari di tutte le età e provenienze. Il messaggio dell'iniziativa è semplice: condividere con altri gli oggetti che a casa nostra sono superflui. Chi viene alla Fiera può a sua volta trovare cose che gli possono essere utili, e prenderle senza spendere nulla. Una bella forma di riduzione delle spese, dei consumi e dei rifiuti.

 

In occasione di questa terza fiera Stefania Pelloni e Andrea Caccìa, gli operatori di CittA@ttiva, lanciano un appello alla città: "Siamo alla ricerca di un capannone o un ampio spazio in comodato d'uso gratuito che possa ospitare la Fiera del Baratto, un deposito per le nostre attività no profit di educazione alla sostenibilità ambientale e al riciclaggio. Ci sono tanti spazi, capannoni o case abbandonate, che rischiano di andare in rovina... Noi ci offriamo di mantenerli "in salute" in cambio dell'uso gratuito e senza profitto. Un ri-uso temporaneo come già succede in altre città come Milano o nel Nord Europa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -