Ravenna, il bilancio della Cassa non sente la crisi

Ravenna, il bilancio della Cassa non sente la crisi

Ravenna, il bilancio della Cassa non sente la crisi

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa di Risparmio di Ravenna Spa, presieduto dal Presidente Antonio Patuelli, ha approvato il bilancio semestrale. I dati confermano la solidità della Cassa e del Gruppo guidato dalla banca romagnola (e composto anche da Banca di Imola, Banco di Lucca e del Tirreno e Cassa dei Risparmi di Milano). Positivi anche gli indicatori della raccolta globale della Cassa che è cresciuta dell'8,12%, mentre quella complessiva del Gruppo è cresciuta del 9,34%. Inoltre i prestiti alla clientela sono cresciuti di circa il 3%.

 

Le sofferenze nette, nonostante la crisi economica internazionale, hanno raggiunto soltanto lo 0,60% per la Cassa e quelle complessive del Gruppo lo 0,89%.

La crisi economica ha visto il Gruppo Cassa impegnato quanto mai a sostegno della clientela: ciò ha  prodotto una limatura dell'utile netto della Cassa (-9,74% e soltanto -2,24% del consolidato di Gruppo), mentre già il conto economico della Cassa al 31 luglio 2010 ha visto l'utile netto addirittura in crescita rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno.

 

Il gruppo Cassa non ha mai privilegiato l'uso dei derivati, ma lo sviluppo della sana economia produttiva, vieta le stock options al proprio interno e le liquidazioni che eccedano il Contratto Nazionale di Lavoro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -