Ravenna, il Comune approva il bilancio. Il sindaco: "Pesanti tagli della finanziaria"

Ravenna, il Comune approva il bilancio. Il sindaco: "Pesanti tagli della finanziaria"

Ravenna, il Comune approva il bilancio. Il sindaco: "Pesanti tagli della finanziaria"

Nella seduta di lunedì sera il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2011 e la delibera di definizione della percentuale di copertura dei costi complessivi dei servizi a domanda individuale per l'esercizio 2011.  I due provvedimenti hanno ottenuto  il voto favorevole dei gruppi Ulivo - Pd, Sel, Pri, Misto e quello contrario dei gruppi Pdl, Fli, Lista per Ravenna, Gianfranco Spadoni per Ravenna. Il dibattito sul bilancio era iniziato nella seduta di giovedì scorso

 

La seduta di lunedì sera si è aperta con la replica dell'assessore Alberto Cassani:

"Il bilancio 2011 è fortemente segnato dai tagli del governo - ha detto -. Qualcuno ha detto che sono necessari; altri li hanno addirittura definiti meritori. Mi pare che dietro a tali affermazioni non ci sia altro che una posizione ideologica tale per cui la spesa pubblica è sempre troppo alta perché copre esigenze sempre e comunque superflue".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il sindaco Fabrizio Matteucci: "Il  Bilancio 2011 è  segnato dai pesanti tagli della Finanziaria  ( meno 4,6 milioni dallo Stato) - ha detto -. E' un bilancio da "tempi duri". Il Governo fa pagare la manovra agli Enti Locali in modo nettamente sproporzionato rispetto al loro peso effettivo sulla composizione del deficit e del debito pubblico nazionale. Il combinato disposto dei tagli governativi e dei vincoli del Patto di Stabilità, che fissa come nostro obiettivo un attivo di 10 milioni nel 2011, ci costringe ad  una forte riduzione della spesa e mette a rischio il nostro impegno sugli investimenti". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -